Domenica 25 Ottobre05:21:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione, Gabicce Gradara: ufficiale dal Rimini il terzino 2002 Alessandro Difino

Il difensore al primo campionato senior dopo la trafila nel settore giovanile: 'Occasione per crescere'

Sport Gabicce Mare | 17:43 - 12 Ottobre 2020 Il difensore classe 2002 del Gabicce Gradara Alessandro Difino Il difensore classe 2002 del Gabicce Gradara Alessandro Difino.

Il Gabicce Gradara ha tesserato il terzino Alessandro Difino, classe 2002, da qualche tempo aggregato alla squadra di Massimo Scardovi. Difino ha militato per quattro stagioni nel settore giovanile del Rimini e prima dell'ultima annata nella Berretti allenata da Giordano Cinquetti per due stagioni ha fatto parte del Santarcangelo (Allievi Nazionali). Il difensore è dunque alla prima stagione in un campionato senior.

“Ho preferito mettermi alla prova in una prima squadra, penso sia più gratificante rispetto ad un’altra stagione di settore giovanile – spiega il giovane difensore, alto 1,84 – potrò imparare certamente di più, per questo ho accettato di buon grado la chiamata del Gabicce Gradara. Tutti noi speriamo di poter cominciare il campionato al più presto. Per quanto mi riguarda, cercherò di mettere a frutto gli insegnamenti dei miei allenatori a Santarcangelo e a Rimini. Lo scorso anno mister con Cinquetti in Berretti, in particolare,  ho imparato molto per quanto riguarda la tecnica”.

Le sue caratteristiche?

“Sono prevalentemente un terzino destro, la fase difensiva unita ad una buona corsa è il mio punto forte ma anche in fase di costruzione del gioco faccio la mia parte e mi propongo sulla fascia. Difetti? Devo crescere dal punto di vista tattico e anche dal punto di vista tecnico ho margini di miglioramento”.

Nel precampionato che idea si è fatto del Gabicce Gradara?

“Siamo una squadra di valore, possiamo ben figurare. Ci sono qualità tecniche e umane: il mio inserimento è stato facile, i compagni mi hanno accolto bene e anche grazie al mister mi sono inserito bene nello spogliatoio. Si respira una bella aria. C’è concorrenza, è una cosa normale: fa bene a tutti, è uno stimolo per dare sempre il massimo”.

Cosa rappresenta il calcio per Difino?

“Sono al quinto anno del liceo scientifico Volta di Riccione, dopo la maturità mi iscriverò all’Università e contemporaneamente continuerò a praticare il mio sport preferito, il calcio, col massimo impegno. Non mi pongo obiettivi se non arrivare il più in alto possibile: cercherò di fare sempre il massimo per non avere un domani dei rimpianti”.