Martedý 27 Ottobre16:48:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tartufo bianco, successo bis per la Fiera di Sant'Agata Feltria, più forte della pioggia

Area camper sold out già da sabato. Gara dei cani, sfida in famiglia ma vince Maggie

Attualità Sant' Agata Feltria | 17:21 - 11 Ottobre 2020 Vincitore gara cani 2020 Vincitore gara cani 2020.

La Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato, ha fatto il bis. Dopo il buon risultato dell’esodio, domenica 11 ottobre la replica, con un buon afflusso di visitatori nonostante il tempo non favorevole. La pioggia ha iniziato a far capolino nel borgo dell’alta Valmarecchia dopo le 14.15.
Il buongiorno si è visto dal mattino: già sabato l’area camper si è riempita, domenica sono stati occupati tutti gli spazi a disposizione anche fuori dall’area camper, con circa 150 camper che hanno raggiunto e sostato a Sant’Agata Feltria.

Il borgo di Sant’Agata Feltria da domenica e per tutte e quattro le domeniche del mese di ottobre (4, 11, 18, 25) ospita la XXXVI edizione della Fiera Nazionale, e propone la valorizzazione di prodotti tipici, selezionando le eccellenze, primo fra tutti, appunto, il tartufo bianco pregiato.
L’ottimismo per la qualità e anche per la quantità del prezioso “Oro dei Boschi”, è stato ben riposto.
Il prezioso tubero è infatti garantito dalla presenza di 8 stand, in rappresentanza di zone diverse d’Italia ma tutte ad alta vocazione, dove la raccolta è anche partita prima rispetto a S. Agata Feltria e alla Valmarecchia.
I prezzi? Tra i 1.500 e i 2.800 euro al kg. Nei prossimi giorni sono attese ottime, più abbondanti “fioriture” di tuber magnatum pico.

La tradizionale e attesa “gara dei cani da tartufo” ha coinvolto 15 cani (e altrettanti accompagnatori), con stragrande maggioranza di femmine: ben 13. La vittoria nella gara al Parco Montefeltro è stata vinta da Kitty, meticcio di 9 anni, di proprietà di Alberto Alni (San Mauro Pascoli), un ‘veterano’ della manifestazione.
Al secondo posto si è classificata una new entry, ovvero Belen, di proprietà di Marco Docci. Si tratta di un bracco – pointer di 6 anni.
Sul gradino più basso del podio è salito Topazio, bossedown di 3 anni, di proprietà di Marco Rocchi.
Al quarto posto è salita Meggy del riminese Gaetano Barbuto: si tratta di un meticcio femmina di 12 anni: l’anno scorso si era aggiudicata la gara, l’unica nel 2019 a trovare 3 tartufi nel tempo stabilito: 2 minuti!
Quinto posto per Onda, uno springer bracco di 8 anni, femmina di proprietà di Danilo Tomassini, di Santarcangelo, secondo nel 2019.
 

Tra i concorrenti, si è presentato al barrage con due quattro zampe (un lagotto e un cucciolo di meticcio) un padrone da fuori provincia: Pecorelli da Modena.

I primi cinque classificati sono stati premiati da Andrea Rinaldi, organizzatore della gara dei cani; dal consigliere Pro Loco Roberto Sibilia, Eddy Reiese, consigliere Pro Loco, dall’assessore Marco Rinaldi, dal presidente Pro Loco Stefano Lidoni e dal sindaco Guglielmino Cerbara (nella foto dietro al vincitore Alni).
La Pro Loco ha inteso riconoscere il “Premio Fedeltà” a Matteo Ballarini, conduttore di Trento, in gara con il suo cane, e proveniente da Trento.