Domenica 25 Ottobre01:32:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus: a Rimini +16, la maggior parte è un piccolo focolaio familiare

Nessun paziente ricoverato. In regione boom di contagi (+276), ma diminuiscono ricoveri

Attualità Rimini | 17:50 - 09 Ottobre 2020 Sede di Rimini dell'Ausl Romagna Sede di Rimini dell'Ausl Romagna.

A Rimini si registrano sedici casi in più di positività al nuovo coronavirus, tutte persone in isolamento domiciliare, undici sintomatici. Quattordici positività sono riconducibili a contatti con un unico caso di origine familiare, mentre un contagiato è un caso sporadico riscontrato per sintomi. Sui sedici casi ci sono tre rientri dall'estero (da Romania e Albania). In regione è invece significativo l'aumento - su oltre 10.000 tamponi - con 276 casi in prevalenza sintomatici. Ma per un ricoverato in più in terapia intensiva, si registrano sei ricoveri in meno nei reparti infettivi degli ospedali regionali.

LA NOTA DELLA REGIONE Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 36.914 casi di positività, 276 in più rispetto a ieri, di cui 126 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

L’indice di trasmissione RT in Emilia-Romagna è inferiore a uno: 0,84 rispetto a quello medio nazionale di 1,06.

Dei 276 nuovi casi, 124 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 126 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti.

Sono 28 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia, Malta e regioni della Francia. 11 invece i casi positivi di rientro da altre regioni

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,9 anni.

Sui 126 asintomatici, 77 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 32 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 9 con i test pre-ricovero, 3 identificati in seguito a test sierologico positivo. Per 5 casi è in corso la verifica sul motivo del tampone.

Per quanto riguarda la situazione nelle province: Modena (52), Reggio Emilia (48), Piacenza (35),  Bologna (29), Parma (28), Ferrara (26), Rimini (16), Ravenna (11) e Forlì (20). 

I tamponi effettuati ieri sono 10.747, per un totale di 1.268.552. A questi si aggiungono anche 2.825 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 5.609 (185 in più di quelli registrati ieri). Si registra un nuovo decesso in provincia di Ferrara. Il numero totale sale dunque a 4.493. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 5.369 (+190 rispetto a ieri), il 95,7% dei casi attivi. Sono 14 i pazienti in terapia intensiva (+1 rispetto a ieri, 0,3% del totale), scende invece il numero di quelli ricoverati negli altri reparti Covid: 226 (-6, 4% del totale). Le persone complessivamente guarite salgono a 26.812 (+90 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 26.805 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 5.275 a Piacenza (+35, di cui 14 sintomatici), 4.459 a Parma (+28, di cui 13 sintomatici), 5.993 a Reggio Emilia (+48, di cui 31 sintomatici), 5.138 a Modena (+52, di cui 28 sintomatici), 6.623 a Bologna (+29, di cui 20 sintomatici); 597 casi a Imola (+2, di cui 1 sintomatico), 1.515 a Ferrara (+26, di cui 5 sintomatici); 1.880 a Ravenna (+11, di cui 7 sintomatici), 1.492 a Forlì (+20,  di cui 13 sintomatici), 1.192 a Cesena (+9, di cui 7 sintomatici) e 2.750 a Rimini (+16, di cui 11 sintomatici).