Domenica 25 Ottobre05:34:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini aspetta la Carovana rosa, attesa per il giorno della festa del patrono

Il 14 ottobre il Giro d'Italia passa per la città, con una serie di eventi paralleli e modifiche alla viabilità

Sport Rimini | 12:47 - 08 Ottobre 2020 Giro d'Italia, foto di repertorio Giro d'Italia, foto di repertorio.

È in arrivo a Rimini la carovana rosa del Giro d’Italia, una volata che percorre ed unisce l'Italia da 110 anni a questa parte, la prima a disputarsi nel mese di ottobre. Rimini, mercoledì 14 ottobre, sarà una sorta di giro di boa per la competizione, con l’arrivo dell'undicesima tappa, la Porto Sant’Elpidio – Rimini. Ad attendere i ciclisti in gara una città che, nel giorno in cui si festeggia il patrono, si tingerà di rosa: dal porto di Rimini che saluterà il Giro con una gigantesca scritta a terra ‘RIMINI’ in rosa (delle dimensioni di 8×25 metri), al TNT che sarà montato sul ponte galleggiante parallelo al ponte di Tiberio con la scritta ‘RIMINI❤BIKE’, della grandezza 2.3 x 25 metri. La rotonda di Piazzale Fellini darà il benvenuto ai campioni delle due ruote che le sfrecceranno davanti con l’installazione di una grande bici (10 x 10 metri) simbolo del Giro d'Italia.

A dare il benvenuto al Giro, non poteva mancare la spiaggia: Piacere Spiaggia Rimini insieme al Bagno 26 saluteranno l’arrivo del Giro con due maxi scritte RIMINI composte da uno dei simboli più riconoscibili della città, gli ombrelloni. Una scritta sarà allestita fra i bagni 23 e 26 e l’altra fra i bagni 57 e 59, ciascuna ampia circa 26x55 metri. Un benvenuto speciale che non mancherà di catturare l’attenzione dei due elicotteri da ripresa della Rai che seguiranno dall’alto tutta la gara. Anche i monumenti si accenderanno di rosa: a partire dal giorno prima dell’arrivo della gara, Castel Sismondo, la fontana dei Quattro Cavalli e le nuove rotonde saranno illuminate di rosa per tenere alta l’attesa sull’arrivo dell’undicesima tappa, lunga 182 Km, che costeggia il mare delle Marche e della Romagna in tratti quasi completamente pianeggianti.

Eccetto una breve scalata del Monte San Bartolo, salendo da Pesaro, saranno infatti una serie di facili saliscendi fra Misano Monte, Coriano, Cerasolo e Santarcangelo a portare gli atleti, all'inseguimento della maglia rosa, fino a Rimini. Saranno proprio le strade di Rimini, negli ultimi chilometri della tappa, il tratto più impegnativo. Su strade ampie e ben pavimentate il percorso affronta un susseguirsi di cambi di direzione con una strettoia a circa 2.500 m dall’arrivo ed una grande svolta tramite due ampie curve, l'ultima delle quali immette nel rettilineo finale, il lungomare Murri, che taglia il traguardo in Piazza Alberto Marvelli.

Qui sarà allestito il Quartiertappa, il villaggio che accompagna i campioni tappa dopo tappa, stazionando all'arrivo del percorso e regalando la gioia della premiazione. Dal Quartiertappa di piazza Marvelli, subito dopo la conclusione della gara andrà in onda, in diretta su Rai2, lo storico ‘Processo alla tappa’: dalle ore 16,30 sul palco si alterneranno i protagonisti della corsa, tecnici, giornalisti accreditati, per raccontare tattiche di gara e rivivere le emozioni del giro.


Le modifiche alla viabilità sul territorio comunale

I corridori entreranno nel territorio del Comune di Rimini da Cerasolo di Coriano percorrendo via Della Zingarina, via Sant’Aquilina, via San Martino in Venti ed entreranno nel territorio di Santarcangelo di Romagna. Questo primo tratto sarà chiuso al traffico a partire dalle 13 per consentire il passaggio della gara riservata alle e-bike, che anticiperà la carovana rosa.

Attraversata Santarcangelo, la carovana rosa rientrerà nel territorio di Rimini a Santa Giustina, dalla ss 9 via Emilia e percorrerà poi via Italia, via Emilia, via XXIII Settembre, via Carlo Zavagli, via Monferrato, via Coletti, via viale Principe Amedeo, via Duca d’Aosta, via Gioia, via Duilio, via Colombo, piazzale Boscovich, lungomare Tintori, piazzale Fellini, via Beccadelli, viale Vespucci, viale Regina Elena, piazzale Benedetto Croce, con arrivo di tappa sul lungomare Murri nei pressi di Piazza Marvelli.

Per consentire il passaggio dei ciclisti, questo secondo tratto di percorso resterà chiuso al traffico dalle 14 alle 17 (ad eccezione del Lungomare Murri, che resterà chiuso fino a sera per permettere lo smontaggio delle strutture allestite sul traguardo). In base allo sviluppo della corsa, il personale presente sulla strada potrà consentire gli attraversamenti del percorso o la percorrenza di brevi tratti esclusivamente nella direzione della corsa (mai cioè in senso contrario a quello dei corridori). Questo sarà possibile solo quando la distanza tra i ciclisti in gara sarà tale da garantire la piena sicurezza per gli atleti e gli utenti della strada. 

Nel secondo tratto del percorso, da Santa Giustina all’arrivo, è inoltre previsto il divieto di sosta dalle 22 di martedì 13 ottobre. E’ quindi vietato parcheggiare lungo le strade attraversate dal Giro. L’invito a tutti coloro che si sposteranno a Rimini è di evitare di raggiungere in auto le zone di San Giuliano, Celle, Fiera e Marina Centro in particolare nella fascia oraria tra le 15 e le 17.

Di seguito qualche indicazione sui percorsi alternativi e sulle principali arterie stradali. Ss16 La Statale Adriatica non è interessata dalla corsa dunque sarà percorribile in entrambe le direzioni. Via Emilia Il traffico sulla via Emilia proveniente da nord in direzione Rimini sarà deviato prima di Santarcangelo sulla Santarcangelo-Bellaria, da dove si potrà imboccare la Statale Adriatica. Via Marecchiese La via Marecchiese sarà interessata dalla corsa per il solo attraversamento dei ciclisti all’altezza di Sant’Ermete. Per questo motivo la viabilità sarà consentita in entrambe le direzioni di marcia, con però possibilità di rallentamenti in concomitanza con l’attraversamento dei corridori. Zona mare nord - San Giuliano mare  I mezzi provenienti da nord lato mare (via Dati a Viserba, via Coletti San Giuliano) saranno deviati a monte nella zona di Rivabella, prima del ponte sul deviatore Marecchia. Tutta la zona di San Giuliano sarà interdetta al traffico: per i residenti sarà consentito l’attraversamento, fino ad un quarto d’ora prima dell’arrivo della corsa, solo da via Sinistra del Porto verso via Madonna della Scala. Zona mare sud I mezzi provenienti da sud lato mare (lungomari e viale Regina Margherita) saranno invece deviato verso monte in Piazzale Toscanini. Rimini Fiera La Fiera, che mercoledì 14 ottobre ospita la giornata inaugurale del TTG sarà regolarmente raggiungibile da tutti gli accessi fino alle 11. Dopo le 11 sarà chiuso solo l’ingresso Sud (via Emilia), ma sarà comunque possibile utilizzare gli accessi Est e Ovest lungo la SS16 Adriatica. Essendo l’arrivo di tappa previsto attorno alle 16.30 sul Lungomare Murri, non si prevedono particolari interferenze con l'orario di uscita e chiusura della Fiera (18.30).



 

Gli eventi collaterali


Biciclette & Nuvolette – La mostra in piazzale Fellini (foyer del Palazzo del Turismo)

È un lungo percorso, con una sorpresa a ogni tappa, quello della mostra “Biciclette & Nuvolette”, la mostra organizzata da Cartoon Club,  Festival Internazionale del Cinema d’Animazione, Fumetto e Games di Rimini, che si potrà visitare nelle giornate del 13 - 14 ottobre presso il Foyer della palazzina Roma in Piazzale Federico Fellini (entrata libera).

Se il ciclismo ha una grande storia, è infatti di lunga data anche il suo rapporto con il fumetto. A partire dalla citazione di Fausto Coppi ne “L’Inferno di Topolino”, classico Disney per eccellenza, si snoda un itinerario che fa passare il visitatore senza soluzione di continuità dal Giro d’Italia al Tour de France (la più celebre coppia di gare sui pedali), da Coppi a Bartali (una delle più celebri coppie dello sport di tutti i tempi), da Merckx a… Merckx, nell’impossibilità di trovargli un degno avversario.  Storia dei primeggiatori assoluti ma anche degli eterni secondi. Avventure comiche, come quella di Gaston Lagaffe novello grimpeur, e drammatiche, come i puntuali resoconti sportivi realizzati negli anni Settanta sul Corriere dei Ragazzi di alcune tra le più importanti maglie rosa del fumetto italiano: Alessandrini, Di Gennaro, Toppi, Uggeri. La coppia più litigiosa della storia italiana, il prete e il comunista di provincia usciti dalla penna di Giovannino Guareschi, l’emblema della sfida umana ancor prima che politica tra cattolici e Pci, se le danno a fumetti anche sui pedali. E tantissime curiosità, tra cui: la morte in bicicletta, il Giro di Paperopoli, SuperMerckx, Asterix al Giro di Gallia, un cane felice in maglia gialla e un giallo con Felice Gimondi ad affiancare un curioso commissario. Una sezione a due ruote, un lenticolare omaggio ad un grande grimpeur romagnolo nato a pochi km da Rimini, è “Un Pirata in bicicletta”. Oltre a vincere le corse a tappe più importanti del mondo e far innamorare anche i più reticenti alle faticose imprese sportive, Marco Pantani è stato il protagonista di quattro storie a fumetti a colori per la Gazzetta dello Sport. In realtà, il Pirata non riuscì mai a pedalare sulla Rosea, a causa dei guai che lo videro suo malgrado protagonista durante il Giro d’Italia del 1999. Quelle avventure furono commissionate dalla Mercatone Uno (la squadra con la quale l’Elefantino di Cesenatico vinse Giro e Tour nello stesso anno) a Stefano Babini, talentuoso artista di Lugo di Romagna.  Pantani divenne così protagonista di avventure spaziali, di sparatorie western, di duelli all’arma bianca. In mostra, schizzi preparatori, layout, tavole a colori delle avventure del pelato capace di entusiasmare anche gli italiani ancora convinti che il Tour sia una vacanza in motonave.

Il film "il caso Pantani" in anteprima l'11 ottobre al Multiplex le Befane

A 16 anni dalla scomparsa del Pirata, un film porta sul grande schermo la sua storia. “Il caso Pantani” diretto da Domenico Ciolfi e con protagonisti Marco Palvetti, Brenno Placido, Fabrizio Rongione e con Francesco Pannofino, è un noir contemporaneo, un thriller, ma anche un film d'inchiesta, un biopic, un film drammatico. Il film sarà in anteprima al Cinema Multiplex Le Befane di Rimini con un evento speciale che vedrà in sala il regista Domenico Ciolfi, l'interprete e produttrice esecutiva Monica Camporesi e ospite Tonina Pantani.

I biglietti sono acquistabili sul sito: https://www.giomettirealestatecinema.it/cinema 
Costo Biglietto Intero: 10 €; Costo Biglietto Ridotto: 8 €