Lunedý 26 Ottobre03:18:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Salari minimi blindati, stop alla trattativa dei metalmeccanici: sciopero alla Scm di Verucchio

Di fronte all'indisponibilità a ridefinire gli stipendi Federmeccanica ha indetto lo stato di mobilitazione

Attualità Verucchio | 10:22 - 08 Ottobre 2020 Lo sciopero di alcuni operai di SCM group di Villa Verucchio Lo sciopero di alcuni operai di SCM group di Villa Verucchio.


Si è interrotta bruscamente nella giornata di mercoledì la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale del lavoro dei metalmeccanici (scaduto da 9 mesi, ndc), condotta da oltre un anno da parte dei sindacati Federmeccanica e Assistal. Dopo i confronti avuti nelle settimane precedenti sugli aspetti normativi, l'ostacolo è stato posto davanti alle rivendicazioni retributive, su cui la parte datoriale non si è dimostrata ricettiva.

Di fronte alla posizione di chiusura la delegazione sindacale nazionale ha valutato insoddisfacente la trattativa in corso, che sarebbe dovuta proseguire anche nei prossimi giorni e ha proclamato lo stato di mobilitazione con lo scipoero delle prestazioni straordinarie e delle flessibilità. Ecco perché anche alcuni operai della Scm group di Villa Verucchio si sono ritrovati questa mattina di fronte agli stabilimenti di via Marecchiese a protestare per chiedere l'attribuzione di un salario consono alle loro prestazioni di lavoro.

Ora non resta che vedere chi allenterà la presa per primo: o i sindacati con il ritiro dello stato di mobilitazione per tornare a discutere del nuovo Ccnl, oppure le rappresentanze datoriali, con l'inserimento di un passaggio obbligato sul tema della retribuzione minima.