Luned́ 26 Ottobre02:30:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Venerdì a Novafeltria la storia di Galasso da Secchiano, conte di Montefeltro

Presentazione di un libro e relazione sui capitani di ventura dell'Italia centrale

Eventi Novafeltria | 10:11 - 08 Ottobre 2020 Venerdì a Novafeltria la storia di Galasso da Secchiano, conte di Montefeltro

La Società di studi storici per il Montefeltro presenta martedì 13 ottobre alle 17 al teatro parrocchiale di Novafeltria il volume "Galasso da Secchiano conte di Montefeltro", curato da Roberto Monacchi. I contenuti della ricerca erano già stati oggetto in una giornata di studio nell'ottobre 2018, sempre a Novafeltria, presso il Teatro Sociale, ora raccolti e sviluppati nel volume. Alla  giornata, che verrà moderata da Alessandro Marchi, sarà presente Franco Cardini che interverrà con una propria relazione dal titolo: "Galasso da Secchiano e i Capitani di Ventura nel Montefeltro e in Italia centrale". Il volume ha il merito di recuperare alla storia una figura politica e militare, finora erroneamente ritenuta secondaria rispetto a Guido di Montefeltro, suo cugino, come anche ribadito da Cardini nella sua prefazione al libro.

Galasso conte di Montefeltro era detto da Secchiano per un castello che aveva in Valmarecchia, ancora oggi visitabile ed attuale residenza di Domenico Cancellieri. Fu uno degli uomini più influenti della seconda metà del XIII secolo, tanto da essere onorato e annoverato da Dante nel Convito fra i nobili più illustri del tempo. Podestà di Arezzo nel 1290 e nel 1291, poi podestà e capitano del popolo di Pisa nel 1293, dal 1296 al 1300, quasi ininterrottamente, podestà e capitano del popolo di Cesena che sotto il suo governo, ricordava Gino Franceschini, sarà città cortese, sede di gentilezza e liberalità, e dove morirà nel 1300. Questa la rappresentazione che il libro propone di Galasso: era feroce come richiedevano i tempi, equilibrato come reclamavano quei popoli; misurata e proporzionata la sua condotta rispetto alle esigenze dei potenti, fossero papi, re o rettori, ma risoluta e spietata verso i ribelli. Astuzia, inganno e violenza, le insegne delle sue conquiste; prontezza e rapidità, gli attributi del suo comando; regolate e bilanciate le armi del suo potere.

Gli invitati e gli interessati dovranno confermare la propria presenza entro e non oltre la giornata di lunedì 12 ottobre alle ore 13 a  info@s tudi montefeltrani.it o al numero 0541-916230. Per motivi sanitari legati al Covid 19, saranno ammesse solo le prime 90 conferme. È obbligatorio l'uso della mascherina.