Luned́ 26 Ottobre02:06:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: dodici positivi al Covid scoperti da maggio a settembre con i test sierologici volontari

Invitati a fare il test in 61.000, vi hanno aderito 16.000. Oltre duecento persone hanno scoperto contatto col virus

Attualità Rimini | 14:36 - 07 Ottobre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Dal 29 maggio a inizio settembre i test sierologici a campione, nel territorio riminese, hanno permesso di scoprire dodici soggetti positivi al Sars-CoV-2. Sono state invitate a fare il test 61.000 persone (1500 guariti, 55000 contatti di guariti e 54.000 persone non entrate a contatto, in apparenza, con il virus). Vi hanno aderito 16.000 persone (il 26,5%), il 4,7% della popolazione residente in Provincia di Rimini. In totale il test è stato positivo per 842 persone (il 5,2%): 315 tra i guariti, 304 tra i contatti e 223 tra le persone che appunto non erano entrate in contatto con il virus. I dodici positivi al nuovo coronavirus, tutti asintomatici, sono equamente ripartiti tra contatti dei guariti e coloro che non erano mai stati malati o a contatto con essi. Quattro appartengono alla zona nord della Provincia, otto alla zona sud: a conferma che effettivamente la zona sud è stata quella più colpita la scorsa primavera.

«Rimini è stato un territorio in cui il covid 19 ha avuto una incidenza molto alta. Questa ricerca regionale ci consente di ampliare le nostre conoscenze per contrastare la patologia ancor più efficacemente, oltre ad aver consentito di individuare 12 positivi asintomatici che in questo modo non hanno rischiato di diffondere il virus», afferma il direttore sanitario dell’Ausl Romagna dottor Mattia Altini,