Marted́ 27 Ottobre10:10:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Difende la modifica ai decreti Sicurezza, giovane democratica massacrata su Twitter

A Francesca Lappezzata la solidarietà del gruppo di Rimini

Attualità Rimini | 09:18 - 07 Ottobre 2020 I Giovani Democratici di Rimini con il segretario provinciale Filippo Sacchetti (sx), il presidente della Regione Bonaccini e il sindaco Andrea Gnassi (basso dx) I Giovani Democratici di Rimini con il segretario provinciale Filippo Sacchetti (sx), il presidente della Regione Bonaccini e il sindaco Andrea Gnassi (basso dx).

Si era limitata a scrivere sul suo account Twitter da appena 51 follower "È tornata l'umanità #DecretiSicurezza", riferendosi evidentemente alla modifica in corso dell'attuale norma che regolamenta ingressi e gestione dei migranti sul suolo italiano in una direzione più inclusiva e redistributiva e meno punitiva. Uno di quei pensieri flash, spontanei, fatti con la pancia. Ma forse è stato proprio quel tag, che sul microblog funziona così bene, ad esporre Francesca Lappezzata (giovane Dem di Rimini) alla pubblica gogna, tanto che è servito l'intervento di vari esponenti del Pd provinciale di Rimini per sostenerla e denunciare apertamente quel che si stava perpetrando da appena qualche ora.

Basta aprire il post, ancora pubblico con oltre 240 commenti ancora presenti, per capire di cosa stiamo parlando. C'è chi le chiede perentoria «ma hai un cervello o un criceto in testa?», chi le consiglia di cancellare il tweet perché «non si dovrebbero mai scrivere queste cose» e chi si interessa della sua situazione economica chiedendole «di che vivi?». C'è anche chi le augura che vadano «tutti a casa sua», chi fa l'allusivo augurandole di «essere la prima ad assaporare questa umanità» e chi va meno per il sottile, «vedi quando quell'umanità ti incontra sola al parco» e chi si lancia oltre ogni ragionevole esitazione: «Non ti lamentare se poi un immigrato clandestino ti stuprerà». Lei ha pure perso tempo a commentarli, quasi tutti, se non fosse che alcuni erano incommentabili, altri male argomentati e contraddistinti da vizio di sostanza.

Di fronte a questo episodio «non basta la solidarietà, siamo al tuo fianco», scrivono a quattro mani il segretario provinciale del Pd Filippo Sacchetti e il segretario provinciale dei giovani Dem Edoardo Carminucci. «Non saranno commenti vili e vigliacchi a fermare la nostra passione e saremo anche al tuo fianco fisicamente per ostacolare chiunque vorrà contestare in modo non democratico il tuo e il nostro pensiero. Il partito democratico di Rimini non si farà intimorire, i giovani democratici non si faranno intimorire. Rimini è una città libera e aperta dove ognuno può sempre esprimere il proprio pensiero, ancora di più quando è un valore di comunità e vicinanza a chi è umano. La colpa di Francesca è aver esultato per la cancellazione dei decreti Salvini? Ha fatto bene, e condividiamo! I decreti-propaganda andavano cancellati perchè figli dell'idea che rendere impossibile la regolarità di un immigrato significhi garantire più sicurezza, e che i porti chiusi avrebbero migliorato la nostra condizione di vita. Come PD del territorio chiediamo al governo di andare avanti e lavorare sul serio alla sicurezza sociale del nostro Paese».

A lei anche il sostegno della consigliera regionale Pd di Rimini Nadia Rossi e c'è da attendersi che in giornata ne arriveranno molti altri. (f.v.)