Marted́ 20 Ottobre19:51:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Anche a Poggio Torriana consegnati i notebook agli studenti

I destinatari del bando hanno tra i 6 ed i 18 anni con un indicatore isee non superiore a 28 mila euro

Attualità Poggio Torriana | 08:54 - 05 Ottobre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

A Poggio Torriana è iniziata la distribuzione gratuita dei notebook per studenti. I destinatari del bando hanno tra i 6 ed i 18 anni con un indicatore isee non superiore a 28 mila euro. Sabato mattina (3 ottobre) è iniziata la consegna gratuita, a cura dell'ufficio scuola comunale, dei primi 7 pc portatili, con la priorità agli studenti di scuola secondaria di I e di II grado, residenti a Poggio Torriana.

Quest'azione si colloca nell'ambito dell' investimento, pari a più di 230mila euro, messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna per l'intero territorio del Distretto Nord (Rimini, Bellaria Igea- Marina, Santarcangelo di Romagna, Poggio Torriana, Verucchio, San Leo, Talamello, Novafeltria, Maiolo, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Casteldelci) e che serviranno a dotare gli studenti e le studentesse di dispositivi e strumenti necessari a garantire la continuità della relazione educativa con gli insegnanti e i compagni di classe. I beneficiari sono stati individuati tramite un apposito bando, gestito dal Comune di Rimini per tutto il Distretto Nord, che si è concluso con l’acquisto di 560 dispositivi informatici di vario tipo (notebook e tablet) e 175 strumenti di connettività (router e schede sim).

L'assessore all'Istruzione, Francesca Macchitella, commenta "Il lockdown ci ha purtroppo dimostrato come il divario digitale esiste anche nel territorio comunale ed è nostra responsabilità far emergere questo bisogno e saper dare delle risposte tempestive e concrete agli studenti, al fine di realizzare in pieno il proprio diritto allo studio. E' importante ricordare che la strumentazione digitale come questa, che viene regalata ai giovani, rappresenta un investimento sulla loro crescita, educazione e formazione ed un supporto per ridurre le distanze sociali tra coetanei. Ritengo quindi significativo che chi riceverà il notebook sia consapevole e sensibilizzato dalle famiglie sul valore simbolico, oltre che economico, dell'oggetto donato".