Venerd́ 30 Ottobre23:36:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Penultima sera domenica 4 ottobre per ‘Lassandè’, XVIII edizione del festival Le Voci dell’Anima

Dopo gli ‘Animali da Palco’, ‘SOL’, ‘Opera X’ e ‘Dosaggio Ormonale’

Eventi Rimini | 11:50 - 03 Ottobre 2020 Giuditta Cambieri e Lorella Pieralli in 'Dosaggio ormonale' Giuditta Cambieri e Lorella Pieralli in 'Dosaggio ormonale'.

In scena altri tre spettacoli per la rassegna de Le Voci dell’Anima, festival giunto alla XVIII edizione e alla sua penultima serata, in programma domenica 4 ottobre al Teatro degli Atti di Rimini. È possibile assistere agli spettacoli grazie all’acquisto di un biglietto unico valido tutta la sera del costo di 13€ (ridotto 9€ per studenti e over 65; abbonamenti 45€). L’ingresso è contingentato e soggetto a prenotazione (teatrodellacentena@pianoterra.org). 

 

Tre le esibizioni che animeranno il programma di domenica 4 ottobre, due di danza e l’ultima teatrale. Apre la serata l’ospite Nicoletta Cabassi con SOL, pièce coreografica composta da tre Movimenti di cui eseguirà solo il primo. SOL è la nota della chiave di violino strumento solista del concerto stesso, è la solitudine, è inizio di solstizio ovvero uno stato di cambio, di trasformazione... SOL è tutto ciò che il pubblico vi vorrà vedere.

 

Segue Gennaro Maione/Compagnia Körper con Opera X, di e con Gennaro Maione. Una confusione di frammenti dell’esistenza, uno scanner completo, sia fisico che emotivo che racchiude una quotidianità fatta di parole non dette, dubbi, ricordi. È una ricerca continua del cambiamento, l’incapacità materiale e pragmatica di tratteggiare una sua evoluzione chiara e coerente. Un percorso che nasce ma si frammenta durante il suo ciclo vitale fino a morire. 

 

Chiudono la programmazione di questo fine settimana Giuditta Cambieri e Lorella Pieralli che portano in scena Dosaggio Ormonale. Travolte da una tempesta ormonale, le due protagoniste si ritrovano a navigare in un mare di “sudarelle” tra verità più o meno scomode venute a galla durante quella perturbazione. In un percorso di riflessioni drammatiche e non solo, movimentato dall’ormone come un coreografo impazzito, le due protagoniste si ritrovano a fare il punto sull’essere donne in un mondo fatto a misura di maschio.