Venerd́ 23 Ottobre11:47:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Da rudere a Casa Giogano grazie all'amore di una coppia per la Valmarecchia

La nuova struttura ricettiva apre nell'omonima frazione di San Leo

Attualità San Leo | 12:10 - 01 Ottobre 2020 Casa Giogano Casa Giogano.

Nella piccola frazione di Giogano di San Leo il sogno di una giovane coppia diventa realtà. Si chiama Casa Giogano il progetto realizzato da Matteo e Laura Asioli. La coppia di sposi, lui originario di Rimini, lei di padre abruzzese e mamma londinese, è da sempre legati alla provincia di Rimini e in particolare alla Valmarecchia, perché nonostante la residenza a Londra ogni estate la passano in zona con i genitori dello sposo e molti amici. «Qualche anno fa abbiamo deciso di cercare un casolare per realizzare la nostra casa dei sogni per le vacanze e quando ci siamo imbattuti in quel rudere all'asta in totale abbandono nella frazione di Giogano a San Leo e ci siamo innamorati». Per i lavori la coppia ha anche conocorso al bando regionale promosso dal GAL valli Marecchia e Conca che sostiene le attività extra-alberghiere tramite il FEASR- Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale. L'apertura ufficiale è prevista per venerdì: gli ospiti potranno scegliere tra cinque camere con bagno privato e il classico stile di una casa di campagna italiana. Presente anche una camera per persone con disabilità. I gestori garantiscono una serie di pacchetti-benvenuto e sta già allestendo una rete di pacchetti-experience per coinvolgere gli ospiti in escursioni, eventi, in collaborazione con altre realtà del circondario.

Il bel gesto non può che lusingare il sindaco Leonardo Bindi: «Casa Giogano è un intervento pilota in una zona dove si trovava un rudere abbandonato. Speriamo allora che la nostra valle torni agli antichi splendori grazie a questo intervento-esempio anche per altri imprenditori locali. Per aumentare la residenzialità turistica nella nostra valle e vivere sempre più di luce propria e non più di riflesso alla Riviera».