Luned́ 26 Ottobre02:31:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Le maratone di San Marino conquistano atleti e pubblico. Federica Moroni trionfa nella individuale

Al via oltre 500 runner da tutta Italia tra cui una atleta cieca

Sport Repubblica San Marino | 09:45 - 30 Settembre 2020 La partenza della Track&Field San Marino 2020 La partenza della Track&Field San Marino 2020.

Alla fine è stato un successo su tutta la linea e l’organizzazione della Track&Field si è confermata all’altezza dei successi precedenti e della sua fama: ben due maratone nello stesso giorno, quella a staffetta a squadre “Ekiden” e quella individuale per maratoneti, che hanno portato oltre 500 runner da tutta Italia. Domenica 27 settembre è stata una giornata ricca di emozioni, sia per i concorrenti che per il pubblico, grazie ad un format di gara avvincente, su un circuito collinare inedito e suggestivo, attorno al Monte Titano. Questi gli ingredienti di una prima edizione che verrà ricordata a lungo.

“Un doppio evento innovativo, in una fase storica complessa - commenta così il presidente della Track&Field San Marino Samuele Guiducci - che ha visto impegnato senza sosta tutto lo staff dell’organizzazione da diversi mesi, per progettare e immaginare ogni scenario e soprattutto per promuovere al meglio l’evento sportivo su scala nazionale. Dai commenti, raccolti a caldo tra i concorrenti e il pubblico, credo di poter confermare la piena riuscita di una manifestazione sorprendente, coinvolgente ed inclusiva.”

Dalle 7 del mattino l'arrivo a Borgo Maggiore dei primi atleti, provenienti da tutto lo Stivale (perfino da Domodossola, distante 470 km!), per il ritiro dei pettorali di gara, con la graduale trasformazione di piazza Grande in una vera e propria arena sportiva, per concorrenti e spettatori, con l’area box per i team, la griglia di partenza e l’animazione degli speaker ufficiali dell’evento Marco Corona e Fabio Caldari.

La presenza di atleti di primo livello, con allenatori ed accompagnatori, ha sin da subito creato una magica atmosfera competitiva, con l'attenzione dei tanti concorrenti amatoriali, incuriositi dai preparativi e dalla definizione delle strategie di gara degli atleti "pro". Le strette strade del centro storico di Borgo Maggiore e quelle che lo circondano si sono riempite di concorrenti, concentrati nel riscaldamento e nella preparazione alla partenza. Le condizioni climatiche perfette per prestazioni di eccellenza hanno reso la sfida ancora più entusiasmante. Alle 9:00 l'appello dei primi frazionisti e dei maratoneti individuali poi alle 9:30, come da programma, lo start dalla griglia di partenza sia della maratona a staffetta per team "Ekiden" che quello della maratona individuale, nel rispetto del protocollo Federale sportivo e della normativa vigente anti-covid.

Agli altleti che ne fossero sprovvisti sono state fornite mascherine e gel sanificante offerti da Erbavita/Gruppo Valpharma. L’evento inoltre è stato cardioprotetto, grazie a 3 defibrillatori presenti sul percorso di gara, uno ogni 2 km, forniti da RSM111. Da segnalare la partecipazione alla prima San Marino Marathon dell’atleta non vedente Chiara Pandolfi della PFIZER ITALIA RUNNING TEAM di Roma, accompagnata da Ilaria Razzolini, che ha completato la maratona individuale con il crono di 4h 52’ 30”, a dimostrazione dell’accessibilità della manifestazione. La competizione sul circuito cittadino di 5,9 km, nel cuore della Repubblica di San Marino, con un dislivello complessivo di 100 metri per giro, ha permesso ai concorrenti di scoprire le gallerie pedonali della vecchia ferrovia, di attraversare il verde della pineta del parco naturale di Montecchio e, con il passaggio sulla strada panoramica Sottomontana, di ammirare il blu del mare della vicina riviera romagnola.

Una partenza impressionante, con uno scatto fulmineo dalle prime file. Un ritmo di gara attorno ai 3 minuti al kilometro ha fatto sin da subito selezione tra i concorrenti della prima frazione di gara. Saldamente al comando nella categoria Team Pro, dal primo kilometro, la squadra “Gabbi Diolaiti Bologna - A”, composta da Fabio Ercoli, Diego Gaspari, Giacomo Pensalfini, Vasil Matviychuk e Marco Ercoli, con una velocità media spesso sotto ai 3’15” al km e il miglior tempo finale con 2h 17’ 38”. A seguire i team CorriForrest di Forlì e Dinamo Sport di Bellaria hanno lottato fino all’ultima frazione, rispettivamente arrivate al 2° e 3° gradino del podio, con il tentativo di recupero di Rachid Benhamdane (Dinamo Sport) nella 4° frazione di gara. Nella categoria Team Corporate, la sfida più accesa con tanti sorpassi ad ogni frazione gara, si è vista tra le squadre EnerGreen, Colombini, MVP Sport e The Space. Poi nel finale il sorpasso di Ilie Laurentiu (EnerGreen) su Federico Borlenghi (Colombini) regala al team EnerGreen la gioia della vittoria di categoria con il crono di 2h 30’ 35” e la seconda posizione assoluta. Al secondo posto il team Colombini, al terzo MVP Sport e The Space al quarto. Le migliori prestazioni assolute in campo maschile, nelle rispettive frazioni, sono di Giacomo Pensalfini, con il tempo di 18’ 29” nel giro singolo di 5,9 km (media di 3’07”al km) , Vasil Matviychuk, con il tempo di 37’ 02” nel doppio giro da 11,8 km (media di 3’08”al km) e Marco Ercoli, con il tempo di 22’ 46” nel giro finale da 6,795 km con variante (media di 3’20”al km).

In ambito femminile dominio assoluto, nei Team Pro, della “Gabbi Diolaiti Bologna – A” composto da Monica Freda, Eliana Patelli, Luana Leardini, Eleonora Gardelli e Alice Cuscini, con il crono di 2h 48’ 19”, davanti alle atlete dell’Atletica 85 Faenza (3h 00’25”) e della Miramare Runner (3h 07’ 29”).

Le migliori prestazioni assolute in campo femminile, nelle rispettive frazioni, sono di Monica Freda, con il tempo di 25’ 14” nel giro singolo di 5,9 km (media di 4’ 16”al km), Eleonora Gardelli, con il tempo di 43’ 47” nel doppio giro da 11,8 km (media di 3’ 42”al km) e Emanuela Brasini, con il tempo di 27’ 58” nel giro finale da 6,795 km con variante (media di 4’ 06”al km).
Nella maratona individuale il miglior tempo assoluto, sui sette giri del circuito, lo ha fatto registrare Federica Moroni, portacolori della AVIS Castel San Pietro e regina indiscussa della San Marino Marathon 2020, con il crono di 2h 53’ 03” (media di 4’ 06”al km) seguita da Fausta Borghini, Running Team San Patrignano e Marta Doko, GS Lamone. La classifica maschile incorona al primo posto Luca Benazzi (3h 02’ 24”), portacolori della LifeRunner, seguito da Paolo Callegari dell’Atletica CorriFerrara e Loris De Paoli della Grottini Team Recanati. A tutti i vincitori sono stati offerti premi dagli sponsor MVP Sport, TitanCoop, Montegiardino Miele, Ciacci Gioielleria, La Serenissima e TIM San Marino.