Venerdý 23 Ottobre23:52:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Possibili truffe per multe in territorio italiano: l'allarme dell'Unione Consumatori di San Marino

Sono arrivate ai cittadini via posta ordinaria e non per raccomandata. Non è l'unica anomalia

Attualità Repubblica San Marino | 17:37 - 29 Settembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

L'Unione Consumatori Sammarinesi segnala una possibile truffa a danno di alcuni cittadini sammarinesi, a seguito di diverse segnalazioni su sanzioni per infrazioni stradali in Italia, prevalentemente a Bologna, per transito in zone a traffico limitato.  Nel dettaglio sono state ricevute, a domicilio, richieste di pagamento inviate per posta ordinaria, e non per raccomandata, con francobollo svizzero o olandese e senza nessun bollettino di pagamento, tutte inviate da uno studio legale di Firenze con delle coordinate bancarie su cui effettuare il pagamento. «Normalmente la contravvenzione è pagabile, prima di tutto se viene recapitata a casa con raccomandata, poi devono essere ben evidenti e chiare le generalità dell’intestatario del veicolo, alcune sanzioni di mezzi intestati a ditte sono arrivate elevate a nome della persona fisica proprietaria della società, e infine è pagabile se la Polizia Civile o il Tribunale di San Marino notificano con un timbro l’arrivo della multa entro 360 giorni dalla sua emissione», spiega una nota dell'UCS, che evidenzia: «L’iter anomalo adottato dallo studio di Firenze potrebbe far pensare ad una truffa o ad un mancato recepimento delle norme sammarinesi». E' già stato informato il Segretario degli Esteri e ci sarà un incontro con la Polizia Civile. Unione Consumatori Sammarinesi è a disposizione presso i propri uffici, tutti i giorni, preferibilmente previo appuntamento, presidente@ucs.sm o 3371010198, per raccogliere le ulteriori segnalazioni e «assistere i consumatori in questa vicenda poco chiara e nel frattempo di non pagare nulla finché non ci sarà chiarezza su queste multe».