Sabato 24 Ottobre00:29:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coppa Promozione: al Pietracuta il derby d'andata, superato il Novafeltria (0-1)

Decide una sfortunata autorete di Poli, buona prova del portiere gialloblu Palumbo

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Novafeltria | 17:36 - 27 Settembre 2020 L'undici iniziale del Pietracuta L'undici iniziale del Pietracuta.

Novafeltria - Pietracuta 0-1

NOVAFELTRIA: Palumbo, Soumahin, Foschi, Valentini (26' Poli), Toromani; Muccioli, Mahmutaj; Indelicato, Semeraro U. (80' Sebastiani), Radici (68' Crociani M.), Mancini.
In panchina: Hysa, Crociani A., Semeraro P., Bindi, Lunadei, Bisacchi. 
Allenatore: Montalti.
PIETRACUTA: Lasagni, Masini, Faeti, Fabbri D. (68' Golinucci), Lessi, Contadini; Galli (52' Tomassini), Fabbri Fr.; Fratti (82' Tosi), Bruma (75' Vucaj), Evaristi. 
In panchina: Balducci, Giacomini, Stavola, Politi, Bucci.
Allenatore: Fregnani.
ARBITRO: Milandri di Cesena (Assistenti: Frisoni e Corbelli di Rimini).
RETI: 73' autorete Poli.
NOTE: gara disputata a porte chiuse. Ammoniti Toromani, Valentini, Fabbri D., Muccioli, Faeti, Vucaj.

SECCHIANO. Sette mesi dopo lo stop per l'emergenza sanitaria, Novafeltria e Pietracuta si ritrovano in campo per l'andata del primo turno di Coppa Emilia di Promozione. A sorridere è la squadra ospite, che porta a casa la vittoria grazie a un'autorete di Poli, legittimando l'elevato numero di palle gol create. Inevitabilmente più avanti, il Pietracuta, che ha un'ossatura di gioco definita, forgiata in questi anni con perizia da Luca Fregnani. A Novafeltria c'è ancora il cartello "lavori in corso": Maurizio Montalti vuole una squadra di personalità, che aggredisca in pressing e che giochi il pallone a terra, senza cercare scorciatoie. Il cammino è lungo, ma intanto l'allenatore ex Castrocaro può registrare, tra le note positive, la prestazione dei due terzini Soumahin e Toromani. Bene anche il 2001 Palumbo, portiere arrivato dalla Sammaurese, ultimo acquisto dell'imponente campagna estiva di rafforzamento. 

4-2-3-1 A CONFRONTO. Le due squadre si schierano con il 4-2-3-1. Montalti lancia tra i pali Palumbo; gli altri under sono Radici, schierato nel terzetto dei trequartisti con Umberto Semeraro e Indelicato, e Toromani, riproposto come terzino sinistro. In casa Pietracuta durante il riscaldamento si ferma Politi: Fregnani inserisce Contadini a sinistra, spostando Faeti a destra e accentrando Masini. Cinque gli under per il Pietracuta: oltre a Contadini e Faeti, il centrocampista Davide Fabbri, l'esterno destro offensivo Galli e il trequartista Evaristi. La gara si gioca sotto una pioggia insistente: la squadra di casa inizia con una serie di verticalizzazioni incoraggianti, il Pietracuta si affida agli "strappi" di Evaristi, che al 7' crea la prima occasione della partita: progressione per vie centrali dell'ex San Marino, la difesa del Novafeltria respinge corto, Fratti recupera defilato sulla destra e calcia, trovando la deviazione di un difensore. La gara è equilibrata, Fratti trova in Valentini un marcatore piuttosto arcigno, anche se poi il difensore, ammonito, è costretto a uscire per infortunio. Con il Novafeltria momentaneamente in dieci, ospiti vicini al gol: Galli è bravo a verticalizzare per Bruma che si allarga a destra e calcia colpendo l'esterno della rete all'altezza del primo palo. 

CRESCONO GLI OSPITI. Trascorsa la metà della prima frazione, il Pietracuta cresce e si affaccia più volte dalle parti di Palumbo. Fregnani sposta Galli a sinistra e il giovane attaccante si mette in evidenza al 34', quando si libera al tiro di destro in slalom, Palumbo oppone il piede, la palla si impenna e il portiere, con qualche affanno, la tocca due volte con i pugni prima di allontanarla. Clamorosa è l'occasione del 40', quando Fratti, in posizione di trequartista, verticalizza in profondità per Bruma, che solo davanti a Palumbo lo anticipa trovando il tocco di sinistro, con la palla che termina di pochissimo a lato, alla sinistra del portiere. Al 41' su calcio d'angolo da destra, Galli sul secondo palo colpisce di testa, Palumbo in tuffo neutralizza a terra, senza riuscire a bloccare. Il portiere è strepitoso due minuti dopo: Davide Fabbri inventa una verticalizzazione al bacio, lanciando Bruma, che ha la porta spalancata; vedendo l'uscita del portiere, l'attaccante calcia subito di destro, poco fuori dall'area, trovando però la respinta di piede dell'estremo difensore ex Sammaurese.  Il primo tempo si conclude comunque a reti inviolate.

LA RIPRESA. All'inizio del secondo tempo il copione sembra non essere modificato: al 48' Bruma cerca l'angolino basso alla sinistra di Palumbo, bravo a deviare. Con il passare dei minuti la stanchezza inizia però inevitabilmente a farsi sentire. Fregnani inserisce Tomassini e Golinucci, Montalti opera un cambio tra gli under Radici e Matteo Crociani. C'è equilibrio, fino al 73', il momento decisivo: contropiede del Novafeltria con Indelicato bravo ad accentrarsi e ad aprire a sinistra per Semeraro, che con il mancino pennella in area. Mancini e il portiere Lasagni mancano il pallone, ma la difesa rossoblu riesce ad allontanare, anticipando il tap-in di Matteo Crociani. Sul capovolgimento di fronte, magia di Evaristi che si libera in dribbling e lancia sulla destra Tomassini. Il cross di destro è deviato nella propria rete da Poli, che era intervenuto per anticipare Fratti, pronto al tocco vincente. Il gol spegne le velleità del Novafeltria: il Pietracuta, che ha messo in evidenza una rosa piuttosto ricca, può gestire con serenità il vantaggio, rischiando solo all'86' su una punizione di Indelicato (lo specialista Semeraro era stato sostituito), la cui mira è comunque imprecisa. Nel recupero Vucaj impegna con una potente conclusione l'ottimo Palumbo, che si tuffa sulla sua destra a respingere.
 

Riccardo Giannini

ASCOLTA L'AUDIO