Venerdý 23 Ottobre23:53:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Meteo: nel weekend aria fredda e possibilità di vette imbiancate sull'Appennino

Ma prima, tra giovedì e venerdì, soffieranno venti di libeccio con temperature sui 26-28 gradi

Attualità Rimini | 13:22 - 23 Settembre 2020 Darsena di Rimini Darsena di Rimini.

E' iniziato l'autunno astronomico e sul riminese, domenica sera e martedì, sono arrivate perturbazioni che hanno portato a rovesci anche di media entità. Il tempo prosegue nel segno della variabilità (nuova allerta meteo dalle 24 di giovedì 24 settembre alle 24 di venerdì 25 settembre) e nel fine settimana è attesa l'entrata di aria più fredda, con la possibilità di nevicate sulle vette dell'appennino romagnolo. Ne abbiamo parlato con Federico Antonioli di Centro Meteo Emilia Romagna.

Federico, dall'estate settembrina (anche se dal 1 settembre siamo in autunno meteorologico, lo ricordiamo) all'autunno inoltrato: questo weekend è attesa infatti l'ingresso di aria fredda e anche la prima nevicata in appennino.  
Si, arriverà una perturbazione che favorirà un deciso calo termico, specialmente tra Sabato 26 e Domenica 27 Settembre. Per quanto riguarda le neve in Appennino sarà possibile, ma ancora vi è incertezza soprattutto sul posizionamento del minimo depressionario e l'intensità delle precipitazioni. Se sui settori emiliani, penso al Cusna e al Cimone, sono maggiormente favoriti, sull'Appennino Romagnolo avremo ancora un richiamo d'aria mite in un primo momento che potrebbe rendere più difficoltoso l'arrivo di neve al suolo. Tuttavia nutro un cauto ottimismo tra la giornata di Sabato e quella di Domenica, che dovrebbe vedere fenomeni più consistenti, per vedere le vette imbiancate. 

A livello termico quale sarà la situazione? 
Vivremo due fasi: la prima, tra Giovedì e Venerdì, con un rinforzo della ventilazione da Sud-Ovest, il "Garbino" come lo chiamiamo qua in Romagna, che favorirà un temporaneo rialzo termico e picchi di +26/28°C sulle aree pianeggianti e costiere. Attenzione anche alle raffiche, attese sino a forti su pianura e costa, oltre i 50-60 km/h, mentre sull'Appennino possibili valori di burrasca oltre i 90 km/h. Successivamente, l'afflusso di aria fredda che avverrà tra Sabato e Domenica, darà vita a un rapido calo delle temperature, con le massime non oltre i +16/22°C e le minime anche sotto i 10°C sull'Appennino e sotto i 15°C in pianura. 

Finora settembre come sta procedendo a livello termico e a livello di precipitazioni? 
A livello termico siamo sopra la media, a causa del regime anticiclonico delle settimane precedenti, con circa +2.3°C rispetto al riferimento del clima 1991-2019. Per quanto riguarda le precipitazioni invece, abbiamo un importante deficit precipitativo, con appena 12.6 mm accumulati a fronte degli 85 mm di media sempre con riferimento al clima 1991-2019. Questo valore sarà incrementato nel fine settimana, ma la situazione per la Romagna in generale rimane quella di un deficit pluviometrico che ormai permane da mesi, a differenza dei settori emiliani che han visto fenomeni nella norma o sopra la norma.

All'orizzonte poi cosa abbiamo per fine mese-inizio ottobre?
Dopo qualche giorno con temperature sotto media, esse si allineeranno a valori in linea per il periodo. Il proseguimento sarà tra il variabile e l'instabile, con probabili impulsi perturbati a determinare la possibilità di nuove piogge, ma con quantitativi pluviometrici che non sembrano discostarsi troppo dalla media delle precipitazioni attese per il periodo. 

Tutti gli aggiornamenti, con un formato innovativo, son disponibili su  www.centrometeoemiliaromagna.com
Segui Centro Meteo Emilia Romagna su Facebook e Instagram
Iscriviti al canale Telegram