Giovedý 29 Ottobre00:45:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO Cesare Sebastiani, uno dei primi pazienti Covid: "Grazie al personale medico. Mi hanno protetto"

Il 79enne di Novafeltria e la sua testimonianza in un video in occasione della Giornata Mondiale per la sicurezza delle cure e della persona assistita

Attualità Rimini | 13:41 - 22 Settembre 2020

Cesare Sebastiani, 79enne di Novafeltria, uno dei primi pazienti affetti da nuovo coronavirus ricoverati in Romagna lo scorso marzo, torna a parlare in un video pubblicato dall'Ausl Romagna, in occasione della Giornata Mondiale per la sicurezza delle cure e della persona assistita. Sebastiani ha elogiato il personale medico e infermieristico degli ospedali Infermi di Rimini e Sacra Famiglia di Novafeltria, sottolineando: «Mi hanno agevolato e mi hanno protetto, tutti, dalle donne delle pulizie fino ai primari». Sebastiani, che ringrazia anche il proprio medico di famiglia per la tempestività della segnalazione all'Ausl che ha permesso il pronto ricovero in ospedale, è stato in terapia intensiva per due settimane, poi  è stato trasferito a Novafeltria nell'Rsa, quando ancora era positivo al tampone. Divenuto negativo, ha svolto la riabilitazione all'ospedale Sacra Famiglia di Novafeltria, nel reparto di medicina e lungodegenza.  «Sono stato intubato per molti giorni. Quando mi sono svegliato, ho visto le due fisioterapiste con gli occhi lucidi. Erano contentissime per me», racconta il 79enne di Novafeltria, che ricorda a tutti i cittadini di rispettare le tre regole anticontagio (mascherina, lavarsi spesso le mani e il distanziamento sociale) e sottolinea di aver recuperato bene dalla malattia e di sentirsi meglio. Un messaggio di speranza per tutti.