Mercoledý 21 Ottobre12:39:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Effetto coronavirus sui prezzi degli hotel delle città d'arte, calo anche a Rimini

L'Unione Nazionale Consumatori ha elaborato i dati Istat dell'inflazione d'agosto: a Rimini -10,3%

Turismo Rimini | 14:41 - 19 Settembre 2020 Effetto coronavirus sui prezzi degli hotel delle città d'arte, calo anche a Rimini

Dal sorprendente -22,2% di Venezia al -7,5% di Firenze, dal robusto -7,3% di Bologna al -4,5% di Roma. Le principali località turistiche, schiacciate dalle crisi del Covid-19, sono in deflazione per quanto riguarda i prezzi degli alberghi e registrano cali sostenuti nei prezzi degli alloggi. L'Unione Nazionale Consumatori ha elaborato i dati Istat dell'inflazione di agosto, stilando la classifica delle città e delle regioni che hanno registrato i minori rincari annui per quanto riguarda i servizi ricettivi e di ristorazione, distinguendo quelli di alloggio da quelli di ristorazione. Venezia, città turistica per eccellenza, si colloca al secondo posto della graduatoria nazionale che vede al primo posto Trapani, con un calo annuo del 29,8%, ossia quasi un terzo. Al terzo posto Grosseto, -14,8%, poi Lucca, -13,9% e al quinto posto Rimini, -10,3%. In media nazionale i prezzi scendono su base tendenziale del 2,1%.