Venerd́ 25 Settembre12:32:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Grandi nomi e incontri importanti al 25esimo TTV festival a Riccione

Dal 18 al 20 settembre teatro, danza, musica e fotografia nel lungo weekend

Eventi Riccione | 12:31 - 17 Settembre 2020 Julie Shanahan Julie Shanahan.

Entra nel vivo il Riccione TTV Festival, manifestazione biennale dedicata alle nuove frontiere del teatro e ai rapporti tra arti sceniche e video. Creato nel 1985 da Franco Quadri e oggi diretto da Simone Bruscia, il TTV celebra la sua 25a edizione con un programma che attraversa tutta la seconda parte dell’estate. In questo lungo weekend protagonista assoluta è la danza, con un calendario fitto di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito.

Si inizia venerdì 18 settembre con Alessandro Sciarroni, Leone d’oro alla Biennale danza di Venezia 2019. Alle 18.30, nel suggestivo scenario della spiaggia libera di piazzale Roma, Sciarroni interpreta Don’t be frightened of turning the page, rituale danzante basato sulla reiterazione di una singola azione. La performance – un “voltare pagina” sul far della sera – ha già raccolto tantissime prenotazioni e i posti inizialmente previsti sono esauriti; visto l’ampio spazio disponibile, è comunque possibile accomodarsi sulla sabbia e assistere in sicurezza alla performance, così come a tutti gli altri appuntamenti in programma sulla spiaggia libera. Tra questi, anche l’incontro che segue Don’t be frightened of turning the page, un dialogo tra Sciarroni e il curatore della sezione danza del TTV Lorenzo Conti, dal titolo Dal tramonto all’aurora. Abitare un tempo e uno spazio nuovi.

Sempre venerdì, alle 21.30, il giardino di Villa Mussolini ospita uno splendido tributo a Pina Bausch, artista su cui da anni il TTV propone focus e approfondimenti. Daria Deflorian e Antonio Tagliarini, vincitori del Premio speciale per l’innovazione drammaturgica al Premio Riccione 2019, portano in scena lo spettacolo che li ha lanciati verso il successo internazionale, Rewind. Omaggio a Café Müller di Pina Bausch (al termine, dj set di Cobra). Dal 2008 a oggi, Deflorian e Tagliarini hanno macinato premi e conquistato i più prestigiosi palcoscenici internazionali segnalandosi per la capacità di affrescare il presente muovendo con maestria dal personale. “In oltre dieci anni di lavoro” ha scritto la giuria che ha assegnato loro il Premio Riccione speciale “hanno ridisegnato l’essenza dell’essere interpreti in scena, realizzando una scrittura teatrale che sconfina oltre la pagina scritta.” Di questo metodo originale parlano sabato mattina alle 9 sulla spiaggia libera di piazzale Roma, in una lectio magistralis dal titolo Tra il dire e lo scrivere, introdotta e conclusa dalla critica Rossella Menna.

Alle 18.30 la stessa spiaggia accoglie uno degli ospiti più attesi, Julie Shanahan, dal 1988 icona del Tanztheater Wuppertal. In esclusiva per il TTV la danzatrice australiana, tra le interpreti più amate da Pina Bausch, esegue due assoli dedicati alla leggendaria coreografa. Il primo è un estratto di Agua, spettacolo firmato dalla Bausch nel 2001 dopo un soggiorno-residenza in Brasile. Il secondo viene montato appositamente per Riccione dalla stessa Shanahan, che si è direttamente ispirata al titolo di questa edizione del TTV, “Come vi immaginate l’amore?”: una delle tantissime domande che Pina Bausch rivolgeva ai suoi danzatori per provocare le improvvisazioni da cui germogliavano i suoi capolavori di teatrodanza.

Questa performance in prima assoluta, in collaborazione con la Pina Bausch Foundation, è solo uno dei tanti omaggi che il TTV dedica a Pina Bausch. Alle 21, a Villa Mussolini, è in calendario la presentazione di Liebe Pina, mostra che raccoglie un’ampia selezione di foto scattate alla coreografa tedesca dalla sua assistente personale Ninni Romeo. Il vernissage prevede un talk tra Ninni Romeo, la curatrice della mostra Frédérique Deschamps e l’autrice dei testi Leonetta Bentivoglio, tra le massime esperte internazionali di teatro danza: a tagliare il nastro sarà l’assessore alla culturra, turismo, sport, eventi, Stefano Caldari. A seguire Awakening, concerto del violinista riminese Federico Mecozzi con live painting di Andrea Mantani, e in chiusura di serata dj set di ToffoloMuzik con visual live a firma di Andrea Mantani e Monogawa. La mostra resta aperta ogni sabato e domenica fino al 18 ottobre (ore 10-24 nel primo weekend, poi 15-20). Grazie alla retrospettiva Pina Bausch, un ritratto nelle stesse date è anche possibile consultare i numerosi video sul teatrodanza conservati dall’archivio di Riccione Teatro. Solo il 19 e il 20 settembre, Villa Mussolini accoglie inoltre un altro originale progetto video, Transfert per Kamera, ricognizione video del recente Santarcangelo Festival, ideata dal Filmmaker Festival di Milano e coprodotta da Riccione Teatro; il TTV propone in loop un estratto di questo progetto, il video di Riccardo Giacconi su Se respira en el jardin como en un bosque, spettacolo della compagnia catalana El Conde de Torrefiel.

Il weekend si conclude domenica ancora nel segno della danza. Alle 15 a Villa Mussolini, il poeta Davide Rondoni insieme a Isabella Leardini presenta il libro Noi, Il ritmo. Taccuino di un poeta per la danza e una danzatrice. Il programma prosegue poi con due appuntamenti con Marigia Maggipinto, figura centrale del teatrodanza. Si comincia alle 16 con un incontro tra l’ex danzatrice del Tanztheater, la ricercatrice Gaia Clotilde Chernetich e Lorenzo Conti: L’eredità di Pina Bausch tra archivio e scena. È quindi la volta di Join! The Nelken Line Project, iniziativa della Pina Bausch Foundation che approda a Riccione dopo aver fatto il giro del mondo. Appassionati e curiosi sono invitati a ricreare il passaggio più noto delle opere di Pina, la linea Primavera, estate, autunno, inverno dallo spettacolo Nelken. Si inizia alle 17 con un workshop di Marigia Maggipinto a Villa Mussolini e si prosegue con una performance itinerante, fino ad arrivare al mare.

Per aderire occorre iscriversi entro sabato 19 settembre su Eventbrite.Per tutto il weekend il giardino di Villa Mussolini ospita inoltre videomapping, di set, street food e Lo Smanèt, handmade market con oggetti di design (venerdì e sabato, ore 15-24; domenica, ore 10-20). Il Riccione TTV Festival è un progetto a cura di Riccione Teatro, promosso da Comune di Riccione e ATER Fondazione, con il sostegno di Mibact e Regione Emilia-Romagna. Per alcuni eventi è richiesta la prenotazione.