Venerdý 25 Settembre09:07:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dal 1962 in vacanza nella Regina: ai turisti affezionati la targa fedeltà di Cattolica

C'è anche una trentenne che non si perde un'estate a Cattolica da quando ha 1 anno e mezzo

Attualità Cattolica | 09:51 - 11 Settembre 2020 La famiglia Acerbi con l'assessora Nicoletti e il titolare dei bagni 21-23 La famiglia Acerbi con l'assessora Nicoletti e il titolare dei bagni 21-23.

La famiglia Acerbi, dal 1962 in vacanza nella Regina, la giovane Elisa Perrone, da 30 anni. Per tutti “Cattolica è da sempre una seconda casa”

È trascorso oltre mezzo secolo da qual lontano 1962 quando la famiglia Acerbi scelse Cattolica per la prima volta come metà delle proprie vacanze. Nei giorni scorsi Giovanni, impiegato dell’Inps in ferie con moglie e figli, ha ricevuto dalle mani dell'assessora al tusimo Nicoletta Olivieri la targa fedeltà nei bagni 21-23, gestiti fin dal lontano 1906 dalla famiglia Fuzzi. “Inizialmente soggiornavo a Villa Ombrosa- racconta Giovanni- poi all’hotel Claudius, Major, Ferrara, California, San Marco e Kursaal. Nel 2004 ho comprato un appartamento in via Buozzi e da quell’anno ho sempre scelto la spiaggia 21-23 della famiglia Fuzzi, dove mi sento come a casa”.

Un secondo riconoscimento è andato alla giovane Elisa Perrone, una trentenne della provincia di Torino. "Vengo a Cattolica ogni estate - racconta Elsa - da quando ho 1 anno e mezzo. Inizialmente i miei genitori affittavano l'alloggio, ma dall'età di 4 anni abbiamo cominciato ad andare all'hotel Holiday e alla spiaggia Malù. Sono stati il punto fisso delle nostre vacanze, la nostra "seconda casa". Quest'anno alloggio all'hotel Miramare. Negli ultimi anni facciamo delle brevi vacanze a Cattolica anche in altri periodi dell'anno, come Pasqua e Natale. Pure il mio fidanzato, anche lui di Torino, viene a Cattolica da parecchi anni. Pur essendo sempre stati in vacanza nello stesso periodo e con Hotel molto vicini non ci eravamo mai conosciuti. L'anno scorso grazie alle animatrici delle nostre spiagge, Malù e Lido delle Sirene, ed essendo entrambi ballerini di latino americano, ci hanno coinvolto nell'animazione ed è così che ci siamo conosciuti. Cattolica ci porta fortuna!".

Olivieri si è complimentata con le famiglie Acerbi e Perrone: “Sono molto felice che anche quest’anno, pur essendo una stagione particolare, i nostri turisti affezionati abbiano rinnovato la loro fiducia agli storici bagnini ed albergatori. Sono sicura che anche il prossimo anno li rivedremo qui a Cattolica, che per loro è come una seconda casa”.