Giovedý 24 Settembre06:16:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Autovelox fissi in città e strade con precedenza alle bici: il plauso della giunta Gnassi

All'amministrazione comunale piacciono alcune modifiche al codice della strada proposte dal governo

Attualità Rimini | 15:00 - 04 Settembre 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

L'assessore del comune di Rimini Roberta Frisoni commenta le modifiche al codice della strada che sono state inserite dal governo all'interno del Decreto semplificazioni. Tre i punti che piacciono al rappresentante dell'amministrazione comunale di Rimini: le "zone scolastiche", aree prive di automobili che delimitano le scuole, per una maggior sicurezza degli studenti; le "strade urbane ciclabili", dove le bici hanno precedenza sui veicoli a motore e la priorità nella circolazione veicolare; e soprattutto la possibilità di installare autovelox fissi in città, nelle strade di quartiere, interzonali e locali (anche se la decisione finale sull'installazione sarà di competenza del Prefetto). «Una buona decisione in grado di incidere su tratti stradali prima esclusi dal possibile utilizzo di questo importante strumento di controllo, sanzione e deterrenza», evidenzia la Frisoni, che aggiunge: «un'innovazione molto positiva che consente ai Comuni di proporre interventi per il controllo delle velocità e della messa in sicurezza di strade urbane dove purtoppo si assiste troppo di frequente a violazioni». La Frisoni invece rileva criticità relativamente alle corsie preferenziali promiscue bus e bici: «si stabilisce una larghezza minima, rendendo la norma ancor più difficilmente applicabile; le corsie bus+bici rischiano di essere consentite solo con almeno 4,30 metri di larghezza a disposizione, salvo eccezioni puntuali». L'assessore Frisoni annuncia comunque un confronto con i rappresentanti degli altri comuni e con Anci, «in modo da poter ottenere una più attenta valutazione delle modifiche apportate e, dove possibile, intervenire per una modifica o integrazione».