Mercoledý 30 Settembre16:59:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio: le nuove maglie della nazionale di San Marino. La divisa di riserva è blu scuro

Lo sponsor tecnico della nazionale è la bolognese Macron

Sport Repubblica San Marino | 15:08 - 03 Settembre 2020 D'Addario posa con la nuova maglia della nazionale (Foto Fsgc) D'Addario posa con la nuova maglia della nazionale (Foto Fsgc).

La Nazionale di San Marino cambia pelle: le ultime creazioni di Macron, sponsor tecnico dei Titani attraverso il Kit Assistance Scheme project di UEFA, sono state svelate nel corso di una diretta Facebook al San Marino Stadium cui hanno partecipato il Presidente Marco Tura, il Commissario Tecnico Franco Varrella ed il capitano della Nazionale Davide Simoncini. Il numero uno della Federcalcio, coinvolto da Silvia Pedini - presentatrice dell’evento - ha sottolineato come “finalmente torneremo a vedere anche le nostre Nazionali competere in campo contro i nostri avversari, a dare seguito alla nostra passione per sostenerli nelle loro prestazioni”. Quello che mancava di più a mister Varrella, dopo il periodo di chiusura forzata, “è il profumo dell’erba frammisto a quello del sudore. Il rientro è stato straordinario e ne avevamo tutti bisogno. La vita è fatta anche di questa cose, ma il piacere di aver ritrovato questi umori è stato davvero molto importante”. Sul tema del piacere del ritorno in campo si è detto entusiasta anche capitan Simoncini: “Rimettersi gli scarpini è sempre bello, specie dopo un così lungo periodo di inattività, ma farlo per la Nazionale è sempre un ulteriore motivo d’orgoglio. Ci siamo allenati e ci stiamo allenando bene, non vediamo l’ora di giocare”.

Nel corso della diretta, proposta e fruibile anche in questo momento sulla pagina Facebook ufficiale della Federcalcio di San Marino, si sono registrati gli interventi a distanza del Presidente UEFA Aleksander Čeferin, del Segretario di Stato per lo Sport Teodoro Lonfernini e del CEO di Macron Gianluca Pavanello. Se il contributo di quest’ultimo si è focalizzato sul lavoro a quattro mani che l’azienda italiana e la FSGC hanno sviluppato nell’individuare una strada e gli elementi migliori nella realizzazione di una divisa unica e iconica, quelli del vertice del calcio europeo e del titolare del Dicastero per lo Sport si sono orientati su due filoni differenti.

Dopo un lungo periodo di incertezza, il calcio è tornato grande protagonista - sottolinea Čeferin - e tutta questa energia positiva è quello che ci voleva in questo momento. Personalmente non vedo l’ora riparta anche l’attività delle Nazionali perché poche emozioni sono paragonabili a quella di giocare per il proprio paese e cantare il proprio inno. Benché San Marino sia tra i paesi più piccoli d’Europa è impressionante quello che ha fatto negli ultimi anni, a partire dal miglioramento delle infrastrutture e dal lavoro con i giovani. Penso sia sulla strada giusta e che il buon lavoro potrà riflettersi anche nei risultati della Nazionale”.

Il tema della ripresa dell’attività in sicurezza è il tema toccato in prima battuta dal Segretario per lo Sport Teodoro Lonfernini, impossibilitato a partecipare fisicamente alla trasmissione per gli impegni istituzionali del 3 settembre - festa nazionale nella Repubblica di San Marino -. “Abbiamo messo in campo azioni importanti ed inerenti relativamente alla messa in pratica in sicurezza dell’attività sportiva e soprattutto per la salute dei nostri sportivi e concittadini. Sappiamo quanta voglia c’era di riprendere e davanti a noi abbiamo un periodo intenso di impegni internazionali, per questo credo ci siano tutti gli elementi per affrontare il momento in sicurezza” - assicura Lonfernini -. “È noto anche il valore dello sport e della Nazionale di calcio a livello promozionale per il nostro Paese, e relativamente a questo tema vogliamo continuare nel tracciato di politiche sportive di un piccolo stato come il nostro che è però in grado di portare un grande messaggio. Voglio ringraziare la Federazione perché continua ad aggiornare costantemente la propria voglia di immagine anche attraverso la nuova maglia, che rappresenta - anche questo - un elemento di promozione internazionale che il nostro paese riesce a svolgere attraverso l’attività delle Federazioni sportive sammarinesi. Il mio augurio - in un’occasione celebrativa così importante qual è la Festa del Santo Patrono - va a tutti i giocatori che rappresenteranno, sono sicuro al meglio, San Marino nel contesto europeo”.

Il momento dello svelamento della nuova divisa della Nazionale è stato affidato a un video a dir poco innovativo, pur legato anche alla tradizione sammarinese. Esattamente come l’ultimo kit prodotto da Macron, del resto. Con l’ausilio di spettacolari riprese a 360° girate nel centro storico e sulle Tre Torri, abbinate all’adrenalina che la velocità di un drone può garantire, le nuove divise home e away di San Marino sono state ufficialmente presentate al pubblico.

La prima mantiene l’azzurro fortemente ritrovato già nel biennio scorso, quando è stato avviata la collaborazione con Macron. E se come in passato l’acronimo FSGC 1931 e l’etichetta retro collo riportante la frase “L’antica terra della libertà” risultano elementi distintivi e caratteristici, per il prossimo biennio la Nazionale di San Marino porterà sul busto anche le Tre Torri del Monte Titano stilizzate. Un prodotto quest’ultimo originato dal workshop dell’estate 2018 con l’Università di San Marino.

Novità preminente è la seconda maglia, che - come mai nel passato - proporrà i Titani in veste scura. Non più in bianco, che resta la terza opzione, ma in tonalità di blu scuro. Anche qui ritroviamo acronimo ed etichetta retro collo, mentre le Tre Torri che nella versione home sono proposte a tutto busto qui sono ripetute su tutta la superficie della maglia - già destinata ad entrare tra le più iconiche della Nazionale di San Marino. 

Un prodotto che non ha lasciato indifferenti nemmeno i protagonisti dell’evento del San Marino Stadium: “È una maglia splendida ed i colori straordinari - esordisce il Presidente Tura -. Vorrei evidenziare inoltre tutti i richiami alle tradizioni e alle nostre peculiarità; quello che manca purtroppo è l’onore di indossarla in campo per una partita ufficiale, questo lo lascio volentieri a Davide che è la persona più rappresentativa della nostra squadra”. Una maglia che lo stesso Simoncini assicura essere “davvero bella e ricorda le prime indossate nelle Nazionali giovanili. L’azzurro è un coloro molto iconico per il nostro paese e la nostra squadra, mentre quella blu scura - benché una novità assoluta - credo sia splendida e molto rappresentativa per noi”. Non va troppo lontano da questo pensiero anche mister Varrella, che trova “le tonalità straordinarie, ma la cosa che mi piace di più sono questi sottofondi sottolineati dal Presidente, che permetteranno ai ragazzi - nel momento in cui la indosseranno - di ritrovare ulteriori emotività per affrontare le sfide che ci aspettano”.

Le due divise sono in vendita a prezzo di lancio di € 60,00 sul sito shop.fsgc.sm per la sola giornata di oggi, 3 settembre 2020, e disponibili anche nei punti vendita in territorio: Intersport presso l’Atlante Shopping Centre e Portagioie in pieno centro storico. Per qualcuno sarà addirittura gratuita: chi fino a stasera risponderà correttamente a tutte e tre le domande proposte nel corso della diretta, avrà la possibilità di essere sorteggiato e vincere una delle nuove maglie della Nazionale di San Marino.