Luned́ 28 Settembre17:26:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO Cinque rapine in otto giorni a Rimini: il malvivente tradito dalla bicicletta abbandonata

E' un 35enne della Provincia di Venenzia, rintracciato in un garage che era la sua dimora

Cronaca Rimini | 14:18 - 02 Settembre 2020

E' un 35enne originario della Provincia di Venezia, già noto alle forze dell'ordine e tossicodipendente, l'uomo individuato dalla Squadra Mobile della Polizia come il rapinatore seriale che ha seminato il panico a Rimini, nei giorni scorsi. Al 35enne sono state addebitate cinque rapine: le prime quattro, dal 25 al 28 agosto, portate a termine in due farmacie comunali (via Flaminia e via Guadagnoli), al forno di via Lagomaggio e al supermercato Conad City nei pressi dell'ospedale Infermi. L'ultimo colpo, il 2 settembre, nella tabaccheria Giorgetti di via Flaminia. Ricco il bottino complessivo: circa 5400 euro. Il 35enne, che ora è ai Casetti, in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto, è anche indagato per una tentata rapina, avvenuta sempre il 2 settembre, a danno di una parrucchiera in via Pascoli. 

IL MODUS OPERANDI. Il giovane entrava in azione armato di una pistola a salve, indossando berrettino, occhiali da sole e mascherina chirurgica; minacciava farmacisti, tabaccai e commessi con l'arma, facendosi consegnare il denaro. Fuggiva a bordo di una bicicletta, che lasciava vicino all'esercizio rapinato; ma la reazione del tabaccaio rapinato in via Flaminia ieri pomeriggio (l'uomo l'ha inseguito), l'ha costretto a scappare a piedi, abbandonando la bicicletta. La Polizia ha atteso che l'uomo tornasse a riprenderla, così è accaduto, intorno alle 21 di ieri, ma il 35enne è riuscito a fuggire precipitosamente, al termine di un inseguimento. Tuttavia gli uomini della Squadra Mobile sono riusciti a rintracciarlo in zona Caserma Giulio Cesare, nel garage di un 54enne bolognese, anch'egli già noto alle forze dell'ordine, e a recuperare i vestiti indossati dal 35enne durante le rapine, nonché la scatola della pistola. L'arma era stata invece gettata e abbandonata dal rapinatore in via Fada, e quindi recuperata dalla Polizia.  Il garage era in pratica la dimora dell'arrestato: la posizione del 54enne, che lo ospitava, è al vaglio degli inquirenti,