Luned́ 21 Settembre17:08:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Moto Gp a Misano in sicurezza, la Prefettura incontra Sindaci e Forze dell’Ordine

Controlli anticovid, sicurezza, circolazione stradale e altro durante l’incontro del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Attualità Rimini | 07:55 - 02 Settembre 2020 Moto Gp a Misano in sicurezza, la Prefettura incontra Sindaci e Forze dell’Ordine

Martedì si è svolta la seduta del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, dedicata specificatamente ai servizi che dovranno essere assicurati nello svolgimento del Gran Premio Motogp San Marino e della riviera di Rimini nei giorni 11-13 settembre e Gran Premio Motogp dell’Emilia-Romagna e della riviera di Rimini nei giorni 18-20 settembre.

Alla riunione, presieduta dal Prefetto Giuseppe Forlenza, hanno partecipato i Sindaci dei Comuni di Misano Adriatico,  Riccione e Cattolica, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, della Polizia Stradale, della Polizia Ferroviaria, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, dell’Agenzia Regionale di protezione civile, del Gruppo Maxiemergenza Grandi Eventi AVR, di ANAS, di Autostrade per l’Italia, dell’Azienda di trasporto pubblico Start Romagna e la società organizzatrice degli eventi.   

Proseguendo sulla scia dell’organizzazione in sicurezza delle tradizionali manifestazioni sportive, culturali e ricreative che caratterizzano il territorio in un modello ormai collaudato di convivenza con la necessità di contrasto e di contenimento del virus covid-19” – ha dichiarato a margine dell’incontro il Prefetto – “i due eventi del Gran Premio potranno svolgersi anche quest’anno secondo le prescrizioni stabilite dal Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 159 del 12 agosto 2020”. 
Quest’ultimo provvedimento regionale, infatti, ha concesso alla società organizzatrice la deroga al numero massimo di spettatori stabilito al punto 1 della ordinanza n. 157/2020, consentendo l’accesso alle tribune dell’autodromo Marco Simoncelli di Misano Adriatico di 9.970 spettatori relativamente alle suddette manifestazioni sportive, nel rispetto delle specifiche disposizioni che prescrivono la corretta e rigorosa applicazione del protocollo di sicurezza in un’ottica di prevenzione degli assembramenti sia nei momenti di accesso del pubblico all’impianto e di successivo deflusso sia durante la permanenza nella struttura.    
Per l’ottimale svolgimento delle fasi di afflusso e di deflusso, la società organizzatrice curerà una ampia informazione, anche a mezzo di apposita app, sui percorsi previsti che saranno distinti in base al tipo di biglietto in modo da agevolare l’accesso alla tribuna.
La gestione di ciascuna tribuna sarà affidata ad un numero adeguato di addetti che effettueranno i controlli previsti dalle norme di sicurezza, anti-terrorismo ed anti-covid. 
Al fine di assicurare una tempestiva ed efficace prevenzione, oltre alla presenza di circa nove ambulanze e di tre medici, è previsto l’impiego di una figura sanitaria che prenderà in carico eventuali soggetti che presentino una temperatura corporea superiore ai 37,5°. 
Una specifica attenzione, infine, sarà rivolta anche alla tutela della circolazione stradale, per la quale sarà adottato il medesimo dispositivo già osservato negli anni scorsi nonostante la prevista partecipazione ridotta degli spettatori che si attesterà intorno alle 10.000 persone, a differenza della cospicua affluenza di oltre 100.000 utenti registrata nelle passate edizioni.    
Il traffico veicolare confluirà prevalentemente sugli svincoli autostradali di Riccione e Cattolica.
Ad una Cabina di regia, appositamente istituita, sarà affidato il compito di seguire lo svolgimento delle manifestazioni sportive considerate.