Giovedý 24 Settembre23:33:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

L’arte e il collezionismo come strumento di inclusione e autonomia: al Convegno Filatelico, i ragazzi del Centro21

Saranno protagonisti della Mostra da loro organizzata e illustrata

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Riccione | 16:14 - 01 Settembre 2020 L’arte e il collezionismo come strumento di inclusione e autonomia: al Convegno Filatelico, i ragazzi del Centro21

La passione per i francobolli e ancora di più per le monete affonda le sue radici nella storia.  Nonostante la pandemia Covid-19, anche quest’anno a Riccione si terrà il convegno filatelico numismatico, ormai giunto alla 70° edizione,  al Palazzo del Turismo nei giorni 3/4/5 Settembre 2020.
 Ma l’arte ha una moltitudine di funzioni. Non va sottovalutata la sua connotazione della promozione dell’inclusione sociale e l’autonomia della persona attraverso una maggiore conoscenza del proprio corpo e l’acquisizione di competenze. Da qui nasce la collaborazione con la Cooperativa Cuore21 onlus con un messaggio chiaro: il dovere di non lasciare indietro le persone con disabilità. E in particolare con disabilità intellettiva, capaci di avere un ruolo attivo nella crescita e nella vita di una comunità.



IL CONVEGNO

Una bellissima medaglia commemorativa, cartoline e annulli speciali, conferenze e ovviamente l’immancabile appuntamento commerciale: questi sono solo alcuni degli ingredienti del Convegno di Riccione 2020 che, giunto alla 70a edizione, nonostante i tanti disagi provocati dal coronavirus, vuole confermarsi appuntamento di rilievo per tutti i collezionisti italiani. Riccione guarda avanti, dunque, e alla medaglia di Loredana Pancotto (che esporrà anche alcune sue opere), voluta dall’organizzatrice Alga Rossi, si aggiungeranno le conferenze di argomento numismatico. La prima, di Alex Ricchebuono, verterà sul tema Debito pubblico e fallimenti di nazioni nella storia del denaro mentre la seconda, che sarà tenuta da Davide Gasparini, barone di Sant’Atanasio, tratterà l’affascinante argomento delle Rappresentazioni sindoniche nella monetazione bizantina dal VII al X secolo. Oltre a una mostra i cui “Ciceroni” saranno molto particolari.


LA MOSTRA

All’interno del programma del convegno si inserisce la mostraGenetica e natura umana nello sguardo di Jerome Lejeune”, che inaugurerà  giovedì 3 settembre alle ore 17.30 c/o il Palazzo del Turismo Riccione.
La mostra, presentata per la prima volta al Meeting nel 2012, vedrà coinvolti i ragazzi di  Centro21-Cuore21, quali guide che illustreranno i contenuti dei circa 40 pannelli di cui è composta. La mostra parte dalla testimonianza di Jérôme Lejeune, fondatore della genetica clinica, scopritore della causa della sindrome di Down, e sviluppa l'indagine sulla "natura umana". Lo straordinario sviluppo di questa disciplina apre grandi possibilità. Le più recenti acquisizioni della biologia evoluzionista rendono difficile pensare ai viventi, e soprattutto all’uomo, come a esseri totalmente determinati dai geni, facendo riaffiorare l’idea, cara a Lejeune, che ogni uomo sia “unico” e “insostituibile” e come tale vada guardato.


Inoltre per l’occasione sono state stampate due cartoline rispettivamente da Aldo Drudi designer di fama mondiale e “papà” della nostra mascotte; e Michele Costa in arte Enko, writer che si sta affermando in ambito nazionale. Le proposte artistiche originali potranno fruire degli annulli postali predisposti nelle tre giornate del convegno.  
Inoltre si potranno acquistare alcuni dei prodotti che produciamo compresa la linea Drudi Performance in vendita presso Atelier a 21 mani in via Cilea, 10 c/o i Giardini dell’Alba.



In audio le interviste a Cristina Codicè Presidente della cooperativa Cuore 21, Michele Enko Costa, writer, e Luca Leardini, uno dei ragazzi di Centro21-Cuore21

ASCOLTA L'AUDIO