Domenica 27 Settembre21:00:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Novafeltria Calcio: Maurizio Montalti è il nuovo allenatore

Il tecnico: "Voglio fare un calcio spumeggiante e divertente. La piazza deve ragionare più in grande"

Sport Novafeltria | 11:18 - 01 Settembre 2020 Maurizio Montalti ai tempi della Marignanese Maurizio Montalti ai tempi della Marignanese.

di Riccardo Giannini

Dopo la separazione consensuale da Mirco Fratta, il Novafeltria riparte da Maurizio Montalti. Oggi (Martedì 1 settembre) il tecnico assume l'incarico, portando la sua grande esperienza al servizio di un gruppo di giocatori molto giovane. Montalti, dopo le stagioni in Prima Categoria con Sarsina e Sanvitese, e un primo campionato di Promozione con la Sanvitese, ha fatto da vice a Marco Osio in Serie C2, a Bellaria e Rimini, ha allenato in D a Bellaria, poi ha proseguito la carriera tra Eccellenza e Promozione, allenando squadra importanti come Marignanese, Ronco Edelweiss e Castrocaro.  «Per motivi di lavoro ho bisogno di avere il pomeriggio libero, quindi ho dovuto rinunciare a un incarico in categoria superiore. Ma Novafeltria non è un ripiego, è una piazza importante. Ho incontrato il presidente Thomas Grazia, il direttore generale Marco Pavani e il ds Michele Sabba, ho visto le strutture di Secchiano, qui c'è tutto per fare calcio e non giocare a pallone», spiega il neo allenatore gialloblu, che rivela: «Conosco da tanti anni il ds Michele Sabba. Proprio lo scorso dicembre mi disse: "Un giorno ti porterò a Novafeltria"». Promessa mantenuta, ma ora c'è da rimboccarsi le maniche per rendere il Novafeltria competitivo e mantenere la categoria, in un campionato dalle molte retrocessioni: «La mia idea è fare un calcio spumeggiante e divertente. I giocatori devono sentire autostima, ma anche divertirsi. Voglio il sorriso nei miei giocatori. Al contrario, alle squadre avversarie dovranno tremare le gambe quando verranno a giocare contro di noi». Montalti parla di "sprovincializzazione della piazza": il Novafeltria deve abituarsi a ragionare in grande. «Dobbiamo trasmettere le idee della società, qui c'è un progetto con prospettive future, fare anche categorie importanti. Il presidente Grazia e il dg Pavani sono ambiziosi: con le strutture che abbiamo, il sintetico di ultima generazione, un campo bello come quello di Secchiano, tanti tifosi. Dobbiamo fare il salto, ragionare in un altro modo, diverso da quello della "provinciale", Ovviamente è fondamentale lavorare bene anche sul settore giovanile».
A Novafeltria Montalti ritroverà tre giocatori: Foschi, allenato ai tempi della C2 a Bellaria, Indelicato, con lui a Bellaria in D, e Semeraro, con cui ha condiviso l'esperienza al Ronco Edelweiss Forlì: «Tre ottimi giocatori. Semeraro è talento puro, lui e Indelicato valgono il prezzo del biglietto».