Luned́ 28 Settembre01:28:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giro Under 23: nella Riccione-Mordano il bis di Luca Colnaghi: tappa e maglia Rosa Enel

Martedì 1 settembre 4a tappa: Bonferraro di Sorgà – Bolca 159,6 km

Sport Riccione | 20:37 - 31 Agosto 2020 L'arrivo vincente di Luca Colnaghi L'arrivo vincente di Luca Colnaghi.

Luca Colnaghi firma la sua doppietta personale all'arrivo della terza tappa del Giro d'Italia Giovani Under 23 Enel, la Riccione-Mordano. Tappa tutta in Emilia-Romagna che premia il portacolori della Zalf Euromobil Désirée Fior, che tagliando il traguardo in maglia Rossa Pinarello conquista il suo terzo successo stagionale e va a vestire anche la maglia Rosa Enel.
Da Riccione prende il via una tappa semplice solo sulla carta, considerando una serie di strappi presenti fin dalle prime fasi di gara, e resa ancora più impegnativa dalla forte pioggia che non ha mai abbandonato i corridori lungo il percorso.
E infatti il gruppo si divide in tre tronconi già dopo 10 km, caratterizzando in questo modo la prima parte della gara; il gruppo torna compatto a circa 60 km dall'arrivo, dopo le prime due ore di corsa volate a 47 km/h di media.
Gli attacchi non tardano ad arrivare verso Monte Carla e Monticino, che al GPM vede transitare per primo Tom Pidcock (Trinity Road Racing). Salendo verso il GPM Mazzolano è Tobias Bayer (Tirol KTM Cycling Team) a guadagnare il massimo dei punti per la classifica dei GPM, andando così a indossare la maglia Verde Work Service. Si va a formare un quintetto con Bayer, Henri Vandenabeele (Lotto Soudal), Luca Colnaghi (Zalf Euromobil Désirée Fior), Tom Pidcock (Trinity Road Racing) e Antonio Puppio (Kometa-Xstra Cycling Team), che guadagna circa un minuto e viaggia fortissimo fino al traguardo di Mordano, nonostante l'inseguimento del gruppo.
Colnaghi conquista il successo su Pidcock, Bayer, Puppio e Vandenabeele, a ulteriore conferma del suo ottimo momento di forma; Michele Gazzoli precede il resto del gruppo nello sprint per il sesto posto, a 26”.

Le maglie:
Maglia Rosa Enel – Classifica generale: Luca Colnaghi (Zalf Euromobil Désirée Fior)
Maglia Rossa Pinarello – Classifica a punti: Luca Colnaghi (Zalf Euromobil Désirée Fior), la indossa Tom Pidcock (Trinity Road Racing)
Maglia Verde Work Service – Classifica GPM: Tobias Bayer (Tirol KTM Cycling Team)
Maglia Blu GLS – Classifica intergiro: Cristian Rocchetta (General Store-Essegibi-F.lli Curia)
Maglia Bianca AIDO - classifica dei giovani: Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Désirée Fior)
Maglia Multicolore ENIT - classifica combinata: Alejandro Ropero Molina (Kometa Xstra Cycling Team)

Martedì 1 settembre 2020 - 4a tappa: Bonferraro di Sorgà (Vr) – Bolca (Vr) 159,6 km
Per la quarta tappa il Giro d’Italia U23 si sposta in Veneto: partenza da Bonferraro di Sorgà (Vr), sede dell’azienda Alé che realizza le maglie dei leader delle classifiche del Giro Giovani, e conclusione sul territorio del GAL Baldo Lessinia, a Bolca, un ‘gioiello’ veneto candidato a Patrimonio Unesco per i suoi reperti fossili.
È la prima vera frazione di montagna e, con i suoi 2.750 metri di dislivello distribuiti lungo i 159,6 km della tappa, darà i primi concreti segnali per la classifica generale.
Il percorso è piatto per i primi 50 km, fino a Soave; da lì la strada comincia a salire, portando i corridori ai 1580 metri del GPM Passo del Branchetto; la pendenza media degli ultimi 20 km prima del GPM è del 5,3%. La corsa scenderà dal versante di Borgo Chiesanuova, prima di affrontare il GPM di 3a categoria della Bettola (3,8 km di salita, pendenza media 5,2%). Ancora discesa verso Badia Calavena e l'ultima salita, di circa 4 km, è La Collina (4,2 km al 6,8% di pendenza media), GPM di 2a categoria posto a 12 km dal traguardo. E sono all’insù anche gli ultimi 4 km: pendenza media del 7,6% da Vestenanova (483 m) al traguardo di Bolca (803 m), che è anche GPM di 1a categoria.