Sabato 19 Settembre13:14:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO 35enne trovato morto in una colonia abbandonata a Rimini, l'allarme di un clochard

Si tratterebbe di un senza fissa dimora che si appoggiava alla struttura di Bellariva

Cronaca Rimini | 12:03 - 28 Agosto 2020

Un giovane di 35 anni senza fissa dimora, probabilmente di origini africane, è stato trovato morto questa mattina nella colonia abbandonata dell'Enel di viale Regina Margherita a Bellariva di Rimini. L'allarme è stato lanciato da un convivente, un clochard che si era accorto attorno alle 8.30 di questa mattina che il ragazzo aveva smesso improvvisamente di respirare. Sul posto è intervenuta un'ambulanza del 118 e auto medicalizzata ma, il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso e avvertire i carabinieri. Gli inquirenti sono al lavoro per identificare il corpo: potrebbe trattarsi di uno straniero già noto alle forze dell'ordine. Da un primo accertamento non sono emersi segni di violenza.

All'interno della struttura abbandonata sono stati trovati giacigli di fortuna in mezzo a sporcizia e degrado, questo a pochi passi dalla spiaggia. Un altro segnale d'allarme da una zona fragile, dalla quale emergono difficoltà sociali di vario genere che le forze dell'ordine, assieme all'amministrazione, stanno cercando di risolvere.

Proprio sul tema si esprime con parole dure il consigliere della lega Matteo Zoccarato: «Dopo dieci anni di abbandono, è palese che Rimini sud non interessa al sindaco Gnassi. Ragione per cui operatori e residenti dovranno accontentarsi solo di qualche ‘lustrino’ a ridosso della prossima campagna elettorale, ma nulla più. Il parco Murri e le colonie sono ormai zona franca, ma se soffermiamo a ragionare sul fatto che Rimini sud copre circa un terzo dell’offerta turistica locale, non si comprendono i motivi di tanto menefreghismo. Serve una radicale inversione di tendenza. Per questo prevedo di convocare una commissione, in settembre, per esaminare la situazione, per ascoltare operatori e residenti e per sollecitare l’amministrazione a risolvere i problemi più gravi. Se la Giunta non fa nulla, sarà la Lega a muoversi».