Domenica 27 Settembre16:50:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cristina Donà e Cesare Picco: due ‘concerti danzati’ all’alba sulla spiaggia di Riccione

Gli ultimi appuntamenti della rassegna Albe in controluce aprono la strada al 25° Riccione TTV Festival

Eventi Riccione | 16:01 - 27 Agosto 2020 Cristina Donà Cristina Donà.

L’estate di Riccione prosegue nel segno della cultura, con due “concerti danzati” in riva al mare, alle prime luci del giorno. I protagonisti di questi concerti sono due eccellenze della musica italiana: Cristina Donà, esponente di punta del nostro miglior cantautorato, e Cesare Picco, pianista e compositore di fama mondiale. Appuntamento, in entrambi i casi, nell’area di spiaggia 17/19 alle 6 di mattina (ingresso gratuito). Questa domenica è di scena Cristina Donà, con Perpendicolare, nuovo progetto realizzato insieme al coreografo Daniele Ninarello e al compositore Saverio Lanza. Domenica prossima, 6 settembre, toccherà al pianoforte di Cesare Picco, accompagnato da tre danzatori DanceHaus Company in Rituale per una nuova alba.


I due concerti chiudono in grande stile la rassegna Albe in controluce e fanno da anteprima all’atteso Riccione TTV Festival, manifestazione biennale dedicata ai rapporti tra il teatro e le altre arti performative. Fondato da Franco Quadri nel 1985 e oggi diretto da Simone Bruscia, il TTV celebra la sua 25a edizione con un programma coraggioso, che si estenderà lunga tutta la fine dell’estate. Perpendicolare e Rituale per una nuova alba aprono la strada a un calendario di spettacoli, performance, concerti, mostre, workshop e incontri, condensato soprattutto in tre weekend: 12-13, 18-19-20 e 26-27 settembre.


Con la loro capacità di unire danza e musica in uno scenario degno del più suggestivo immaginario teatrale, Perpendicolare e Rituale per una nuova alba rappresentano alla perfezione lo spirito del TTV, votato da sempre alla sperimentazione. Perpendicolare è un innesto affascinante tra il mondo musicale di Cristina Donà e la danza del coreografo Daniele Ninarello, cuciti insieme dal compositore Saverio Lanza. Esplorando direzioni espressive inedite, i tre artisti riescono a scoprire intrecci di senso inattesi. Le canzoni risuonano nei corpi, i movimenti sembrano fiorire dalle parole. Una magia che l’alba in riva al mare non può che accentuare.


In Rituale per una nuova alba lo scenario gioca un ruolo ancor più centrale. Adattata appositamente per la spiaggia riccionese, la performance di Cesare Picco è infatti un rito collettivo, celebrato in riva al mare con un pianoforte e tre danzatori a piedi nudi (Samira Cogliandro, Cristian Cucco e Giovanni Leone). Picco è il direttore raffinato e sofisticato di un’orchestra che abbraccia tutti gli elementi naturali: la sabbia, la pietra e l’acqua, simbolo di rinascita in cui la coreografia s’inabissa per lasciare spazio allo spettacolo dell’aurora. Un viaggio musicale e sensoriale al termine della notte.


La sera prima dello spettacolo, l’eclettico concertista vercellese racconterà questo suo progetto a Villa Mussolini, in un talk con Simone Bruscia e con il responsabile della sezione danza del TTV, Lorenzo Conti (sabato 5 settembre, ore 21, ingresso libero fino a esaurimento posti). Durante l’incontro verrà presentato anche il romanzo d’esordio di Picco, Sebastian (Rizzoli 2019), avvincente rivisitazione della vita di Johan Sebastian Bach. La serata sarà inoltre un’occasione per visitare la mostra fotografica allestita fino al 13 settembre a Villa Mussolini: The summer is magic. L’estate più attesa, suggestiva ricognizione di questa atipica stagione riccionese firmata da Beatrice Imperato.


Nelle settimane successive, Villa Mussolini si trasformerà nella ribalta principale del TTV e accoglierà tra gli altri Elio Germano, il duo teatrale Deflorian/Tagliarini (Premio speciale per l’innovazione drammaturgica al Premio Riccione 2019), il violinista Federico Mecozzi – i cui biglietti sono andati esauriti in un’ora - il poeta Davide Rondoni e Marigia Maggipinto, storica danzatrice del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch. Proprio alla danza contemporanea il TTV dedicherà alcuni degli appuntamenti più attesi, con due performance in spiaggia di Alessandro Sciarroni (Leone d’oro alla carriera per la danza nel 2019) e della danzatrice australiana Julie Shanahan, figura di spicco del Tanztheater. Come da dieci anni a questa parte, il TTV riserverà uno spazio speciale a Pina Bausch, dedicandole spettacoli, incontri, rassegne video e una mostra fotografica di Ninni Romeo, compagna di viaggio della coreografa tedesca in numerose avventure italiane e straniere. Grande l’attesa anche per Join! The Nelken Line, workshop-spettacolo che permetterà agli appassionati di riprodurre una delle più celebri coreografie della Bausch lungo le vie e sulla spiaggia di Riccione. Dopo l’ampio focus sulla danza, finale di TTV all’insegna del teatro di parola, con un simposio su Fausto Paravidino (Palazzo del Turismo) e la prima assoluta di Da lontano, nuovo spettacolo scritto da Lucia Calamaro per Isabella Ragonese (eccezionalmente al Lavatoio di Santarcangelo). Per il programma completo del TTV: www.riccioneteatro.it