Venerdý 25 Settembre15:39:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Intervenire sulla E-45, rischio nuove interruzioni è alto": l'interrogazione in Regione

L'ha presentata il consigliere del Pd Lia Montalti: "è un'infrastruttura strategica"

Attualità Emilia Romagna | 15:25 - 25 Agosto 2020 Lia Montalti Lia Montalti.


Destinare risorse sulla statale E45 e sul sistema stradale collegato. Lo chiede in un'interrogazione alla Giunta Lia Montalti (Partito democratico), per scongiurare «il rischio di interruzioni per mancanza di collegamenti secondari», come avvenne nel gennaio 2019 quando fu chiuso il viadotto Puleto nel lato toscano. «In quell'occasione - ricorda il consigliere - i danni subiti da lavoratori e imprese furono enormi, ma la Regione intervenne con prontezza dichiarando lo stato di emergenza regionale e stanziando denaro».

Oggi, come sottolinea Montalti, «nonostante siano in atto importanti interventi di riqualificazione dell’infrastruttura, rimangono diverse criticità sia sull’E45 che sul sistema stradale collegato» e il rischio di interruzioni «è reale e preoccupante». Tali criticità sarebbero anche aggravate «dall’interruzione al traffico della provinciale 137 per Verghereto a causa di una grossa frana» e dai «gravi problemi strutturali accertati sulla provinciale 142 dei Mandrioli». A ciò si aggiunge anche «il problema della totale riapertura della ex 3bis Tiberina tra Verghereto e Valsavignone e le numerose interruzioni e deviazioni sull’asta della E45».

Da qui la richiesta del consigliere di capire «in che modo si intenda continuare come Regione a sostenere presso il Governo, ed in particolare presso il ministero dei Trasporti, l’importanza dell’E45 come infrastruttura strategica».