Sabato 26 Settembre06:25:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Prende a testate gli agenti e l'auto della Polizia: magrebino arrestato dopo lite con connazionali

I fatti accaduti a Marina Centro: in manette un 30enne

Cronaca Rimini | 14:36 - 24 Agosto 2020 Auto della Polizia (foto di repertorio) Auto della Polizia (foto di repertorio).

Ieri (domenica 23 agosto) la Polizia di Rimini ha arrestato un giovane magrebino, indagato per le ipotesi di reato di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, e anche per danneggiamento. L'intervento degli agenti, in una struttura ricettiva di Marina Centro, è nato da una segnalazione di una violenta lite tra tre nordafricani. Una volta allontanati dall'albergatore, sono stati rintracciati e fermati dalla Polizia. Privi di documento, sono stati portati in Questura, ma uno di loro, un 30enne, ha opposto resistenza: calci, pugni e testate contro gli agenti e contro la stessa auto di servizio, danneggiata dalla furia del giovane. Un poliziotto è stato ferito al braccio, mentre il 30enne è stato arrestato.

CONTROLLI DELLE VOLANTI. Durante le attività di controllo della Squadra Volante, è stato rintracciato un 45enne rumeno, latitante, che deve espiare 5 mesi di reclusione per furto aggravato e ricettazione, condanna divenuta definitiva. L'uomo è ora in carcere ai Casetti di Rimini.