Domenica 20 Settembre12:18:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Secchiano: Marecchiese insicura, troppi incidenti. "La strada non è una pista da corsa"

Sono i farmacisti titolari dell'attività davanti alla quale si sono registrati dei sinistri a invocare prudenza

Attualità Novafeltria | 09:00 - 23 Agosto 2020 L'incidente avvenuto venerdì a Secchiano di Novafeltria L'incidente avvenuto venerdì a Secchiano di Novafeltria.

Dopo l'incidente avvenuto venerdì (21 agosto) sulla Marecchiese, a Secchiano di Novafeltria, i farmacisti titolari dell'attività davanti alla quale è avvenuto il sinistro tra una moto e un furgone (farmacia Balducci), si appellano agli automobilisti e invocano prudenza, annunciando inoltre di voler sollecitare le istituzioni a intervenire. «Ci sentiamo in obbligo da cittadini ma anche da professionisti di ribadire il fatto che Secchiano è un centro abitato: ci sono bambini, famiglie, anziani che attraversano la strada, negozi che insistono sulla statale, ciclisti che si alternano, corriere che si fermano!», scrivono sui social.

Nel centro abitato c'è il limite dei 50 km\h, ma spesso i mezzi transitano a velocità superiori, specie in un tratto "delicato", quello che ha come estremi la rotonda della zona industriale e la piazza. «Non si può pensare di transitare come se si fosse su una pista da corsa!», rilevano, chiedendo anzitutto una sistemazione della segnaletica e della vegetazione che insiste sulla strada, «soprattutto in prossimità dei parcheggi dei negozi e delle immissioni delle abitazioni», nonché specchi per le immissioni sui tratti dove c'è poca visibilità.

I farmacisti si appellano all'opinione pubblica: «Vi chiediamo di condividere perché per Secchiano ci passiamo tutti, chi va al lavoro al mattino, chi va al mare nel weekend, i nostri giovani la sera! Secchiano va resa sicura per chi ci vive, chi ci lavora, chi ci transita! Perché l'autista di quel furgoncino potevamo essere noi, così come il ragazzo sulla moto».