Venerdý 18 Settembre12:16:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: arriva una nuova ciclabile in via Bruno Buozzi

In via Gualdo e Sarzana nuovi dossi per ridurre la velocità dei mezzi

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:44 - 21 Agosto 2020 Ciclabile (foto di repertorio) Ciclabile (foto di repertorio).

Partiranno la settimana prossima i lavori per la realizzazione della pista ciclabile bidirezionale in via Buozzi, che si collegherà con i percorsi già esistenti in via della Resistenza e via Togliatti. L’intervento renderà possibile raggiungere in sicurezza la cittadella dello sport, la scuola media ex Saffi e il centro urbano, visto che nel frattempo è in corso di progettazione il collegamento fino a via Piave attraverso via Togliatti.

Oltre alla pista ciclabile – di 2,80 metri di larghezza delimitata da borchie e da una doppia riga bianca e gialla – l’intervento prevede anche la realizzazione di un attraversamento pedonale e di uno ciclopedonale in via Buozzi, a ridosso degli incroci con le vie Scalone e Achille Grandi.

Contestualmente saranno regolamentati anche gli stalli di sosta e la viabilità: 40 i posti auto, che verranno realizzati anche grazie all’istituzione del senso unico in via Buozzi (con direzione via Scalone-via Grandi) e in via Grandi (con direzione via Buozzi-via Di Vittorio), dove è previsto anche un intervento di bonifica della pavimentazione in asfalto della strada, particolarmente ammalorato. Via Di Vittorio resterà invece a doppio senso di marcia, ma per i primi 40 metri dall’incrocio con via Scalone entrerà in vigore il divieto di sosta permanente su entrambi i lati con rimozione forzata.

Un altro intervento all’insegna della sicurezza è quello che sarà realizzato a breve nelle vie Gualdo e Sarzana. A seguito di alcune segnalazioni dei residenti che lamentavano l’eccessiva velocità dei mezzi in transito, l’intensificazione del traffico e il conseguente pericolo per pedoni e ciclisti, nelle prossime settimane verranno infatti installati una serie di dossi artificiali nelle due vie, nei pressi del centro abitato. Nei pressi dei dissuasori, inoltre, entrerà in vigore il limite di velocità di 30 chilometri orari.

Favorire la mobilità sostenibile ed eliminare le criticità che possono essere fonte di pericolo per pedoni e ciclisti: sono questi gli obiettivi alla base dei due interventi che partiranno nei prossimi giorni - afferma il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Pamela Fussi - Garantire percorsi protetti e migliorare la sicurezza di chi sceglie la mobilità ciclopedonale significa infatti dare impulso a uno stile di vita salutare e benefico, per sé stessi e per l’ambiente. Gli interventi in programma, infatti, sono inseriti in un sistema di piste ciclopedonali e aree protette che, nel corso dei prossimi mesi, continueremo ad ampliare e migliorare anche attraverso l’elaborazione di uno strumento partecipato e innovativo come il Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile), già finanziato con l’assestamento di bilancio approvato a luglio in Consiglio comunale”.