Martedý 22 Settembre23:27:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, incidente sulla statale, "l'automobilista non è scappata"

La precisazione da parte del legale della donna che si è allontanata per portare il figlio piccolo che piangeva spaventato a casa, dopo essersi sincerata delle condizioni del ferito

Attualità Rimini | 11:36 - 19 Agosto 2020 La moto incidentata La moto incidentata.

In merito all'articolo pubblicato lunedì 17 agosto "Incidente sulla SS16: scappa in auto dopo lo scontro con la moto, automobilista ricercata" l'Avvocato Stefano Gavelli, legale della signora alla guida della Nissan Micra, ha contattato la nostra redazione per fornire chiarimenti relativamente alla vicenda. 

La sua assistita si trovava in auto con la figlia ed il figlio di 4 anni e mezzo quando è avvenuto lo scontro. La signora è scesa dall'auto avvicinandosi al centauro rimasto ferito per sincerarsi delle sue condizioni e alzandogli la visiera del casco. Ha poi contattato il 118 come altre persone che si sono fermate per prestare soccorso. 
In auto il figlio piccolo era molto agitato, piangeva ed urlava dallo spavento così le persone presenti l'hanno invitata ad accompagnarlo a casa per tranquillizzarlo. La donna ha fatto così, anche perché in diversi avevano chiamato i soccorsi che stavano arrivando. Si è quindi recata a casa e, dopo aver lasciato il piccolo alle cure dell'altra figlia, è tornata accompagnata nel luogo dell'incidente da un altro figlio. 

"Non ci ha messo più di 20 minuti a tornare" dice l'avvocato "Non si tratta di omissione di soccorso, anzi la mia assistita è stata forse la prima a sincerarsi delle condizioni del ferito."