Marted́ 22 Settembre06:37:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dà di matto con i carabinieri, 23enne di San Marino sedato e poi segnalato

Era andato a mangiare una pizza a Talamello con un amico di 24 anni, anch'egli segnalato

Cronaca Novafeltria | 15:13 - 17 Agosto 2020 Dà di matto con i carabinieri, 23enne di San Marino sedato e poi segnalato

Per l'intero fine settimana di Ferragosto i carabinieri di Novafeltria hanno garantito sicurezza sulle strade grazie al controllo di 85 veicoli e alla identificazione di oltre 119 persone. Diversi i conducenti sottoposti ad alcol test con precursori e 8 le sanzioni elevate. Un 24enne di Arezzo ha perso la patente perché durante un controllo il suo nervosismo ha tradito la presenza in auto di 3 grammi di marijuana. Ma non si è trattato dei soli interventi fatti.

Sabato sera un 23enne ed un 24enne residenti a San Marino sono stati denunciati perché dopo una pizza a Talamello durante la quale avevano alzato troppo il gomito hanno iniziato a dare di matto. Il più grande ha iniziato ad agitarsi e a litigare con un cliente che cercava di farli ragionare, percuotendolo. Successivamente i due si sono accaniti anche col titolare, al quale il 23enne aveva appena spaccato alcune piante di arredo della pizzeria.

Il più giovane non ha smesso di essere aggressivo nemmeno con gli agenti del radiomobile intervenuti e al tentativo di essere placato prima si è sdraiato sul cofano dell’auto di servizio poi ha opposto resistenza spintonandoli e minacciandoli di morte, tanto che è stato necessario il ricorso a una seconda pattuglia. Contenuto e condotto a fatica in caserma, lungo la strada aveva continuato a inveire contro i militari colpendo l'interno dell'abitacolo e sputando dappertutto, per poi danneggiare anche alcuni arredi della sala d'attesa. Vista la problematicità, i sanitari allertatti e subito intervenuti lo hanno sedato e condotto all'ospedale di Rimini per accertamenti. Entrambi i sammarinesi sono stati segnalati, l'uno per danneggiamento aggravato e resistenza, l'altro per le lesioni personali provocate al cliente della pizzeria. È scattata infine anche la sanzione per “ubriachezza".