Giovedý 24 Settembre23:17:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Offre droga a due agenti in borghese: arrestato pusher al Parco Murri di Rimini

E' un giovane senegalese, ora sottoposto a divieto di dimora in quattro province

Cronaca Rimini | 13:51 - 14 Agosto 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Stavano portando avanti la loro indagine antidroga i 2 agenti della Polizia Locale, impegnati in abiti civili nel Parco Murri,  quando ieri pomeriggio (giovedì 13 agosto) intorno alle 16, si sono visti avvicinare da un cittadino extracomunitario di origine senegalesi, che gli ha proposto l'acquisto di marijuana.

Sono subito scattate le manette  per l'uomo dopo che, dalla perquisizione personale gli agenti lo hanno trovato in possesso di 2,95 grammi della sostanza stupefacente. Niente da fare invece per il complice,  riuscito a dileguarsi in tempo prima dell'intervento della pattuglia di motociclisti della Polizia Locale e della volante della Polizia Stradale, che erano stati  chiamati in soccorso per coadiuvare le operazioni dell'arresto, avvenuto in flagranza di reato.

Tratto subito in arresto e denunciato per il reato di spaccio, come prevede l'articolo 73 del Testo Unico in materia di stupefacenti, che disciplina il reato di "produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope", il quarantenne senza fissa dimora,  senza regolare permesso di soggiorno e con precedenti penali,  è andato a processo per direttissima questa mattina.

Un'udienza in cui il giudice ha stabilito, con giudizio abbreviato e condizionato, la perizia qualitativa dello stupefacente e il divieto di dimora a Rimini, Pesaro, Urbino e Ravenna.