Domenica 27 Settembre08:40:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rapina turista minorenne: il sospetto incastrato dal tatuaggio

Un 20enne albanese è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Ha agito con un coltello

Cronaca Riccione | 13:19 - 14 Agosto 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Nella notte tra ieri e oggi (13-14 agosto) i Carabinieri del Radiomobile di Riccione hanno fermato un 20enne albanese, sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Il giovane è ritenuto l'autore di una rapina compiuta nei pressi del luna park di Riccione, intorno alle due di notte, a danno di un 17enne turista milanese. Secondo quanto ricostruito dal personale dell'Arma, il giovane è stato minacciato con un coltello e costretto a consegnare il portafoglio con 150 euro al rapinatore, fuggito in sella a una bicicletta risultata poi rubata. In un primo momento sembrava che il rapinatore avesse addirittura accoltellato il proprietario della bici, ma questa circostanza non è stata confermata dalle indagini. 

IL FERMO. Il giovane albanese è stato rintracciato grazie alla descrizione della vittima della rapina. Un dettaglio ha facilitato le indagini: il vistoso tatuaggio sulla mano, raffigurante un'aquila. Alla vista dei Carabinieri, il 20enne ha cercato la fuga a piedi, abbandonando la bicicletta, ma è stato bloccato. Negli slip aveva nascosto i 150 euro rubati; inoltre con sé aveva un coltello. Si trova ora recluso nel carcere dei Casetti di Rimini, in attesa della richiesta di convalida del provvedimento da parte del sostituto procuratore Paolo Gengarelli.