Domenica 27 Settembre08:55:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pennabilli: successo per la sesta cena in bianco. Cresce coinvolgimento dei giovani in pro loco

La festa era stata messa a rischio dell'emergenza Covid-19

Attualità Pennabilli | 07:34 - 15 Agosto 2020 Foto Antonio Piccinini Foto Antonio Piccinini.

di Riccardo Giannini

E' stata un successo la sesta edizione della cena in bianco di Pennabilli, organizzata dalla pro loco mercoledì 12 agosto. Nel pieno rispetto delle disposizioni finalizzate a prevenire i contagi da Sars-CoV-2, molte persone, pennesi in primis, hanno risposto presente, prendendo in affitto, per una sera, tavolini e sedie messe a disposizione della pro loco, lungo via Roma e in piazza Vittorio Emanuele II a Pennabilli. Ognuno poteva portarsi il cibo da casa, oppure acquistarlo presso ristoranti e attività locali. Alla festa hanno partecipato anche gruppi da Novafeltria e Pietracuta, addirittura da Milano. Tutti vestiti in bianco, rispettando il "dress code" della serata, oltre, come già detto, le regole per il distanziamento. La serata è proseguita poi con i balli, sempre in sicurezza, con la musica del dj Diego Zerbini.  

LA SESTA CENA ERA A RISCHIO. Fino a metà luglio la sesta edizione della cena era a rischio, complice il momento di incertezza provocato dall'epidemia da nuovo coronavirus. Ma in pro loco hanno deciso di non arrendersi. «Per un attimo abbiamo pensato di non fare niente, ma alla fine ce l'abbiamo fatta. C'è stato un sacco di burocrazia in più, tante richieste, cartellonistica. Ma alla fine sembra andato tutto bene. Le persone si sono affidate al buon senso, benché fossimo all'aria aperta, mantenendo le distanze, usando le mascherine e il gel igienizzante», spiega Federica Ravalli, tra i volti giovani della pro loco, tra i dipendenti dello Iat di Pennabilli.  A novembre il direttivo della pro loco è cambiato. Cresce il coinvolgimento dei giovani, a dimostrazione che essi possono ancora essere il motore delle iniziative nelle comunità più piccole, o nei comuni rurali come Pennabilli. «I miei amici sono stati tra i primi a dire, "Qui a Pennabilli non si fa mai niente". Ma io ho risposto: "Fate le proposte alla pro loco". Bisogna mettersi in gioco, dare il proprio contributo in prima persona, altrimenti non si fa mai nulla». Proprio oggi (sabato 15 agosto) si terranno, nell'Anfiteatro di Piazza Garibaldi, i festeggiamenti per i 70 anni dell'associazione. Ma non si parla di "cambio del testimone" tra giovani e meno giovani. «Non mi piace pensare che gli "anziani" debbano abbandonare del tutto. Sono fondamentali. Insegnano tanto. Ci vuole il giusto compromesso», spiega Federica. Giusto così: la pro loco di Pennabilli guarda al futuro, ricordando il passato e la sua storia.