Venerd́ 18 Settembre21:55:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Discoteche, da Bologna dito puntato contro Rimini e Riccione: "non rispettano le regole"

Le parole del presidente del Silb Bologna a Radio Bruno, preoccupato per la mancata riapertura delle discoteche al chiuso

Attualità Emilia Romagna | 16:57 - 12 Agosto 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

In un'intervista rilasciata a Radio Bruno, il presidente del Silb di Bologna, Oliviero Giovetti, ha puntato il dito contro le discoteche all'aperto della Romagna, accusate di non rispettare le normative anti Covid-19, diversamente da quelle dell'altra parte della regione. Questi comportamenti metterebbero a rischio la riapertura dei locali al chiuso in Emilia Romagna, in quanto i contagi non si sono azzerati, ma anzi sono aumentati. «Mi sembra che quello che è successo in Romagna dipenda esclusivamente dalla responsabilità del gestore», sottolinea Giovetti, che aggiunge: «Basta fare osservare la capienza, che è praticamente dimezzata nelle discoteche, evitare di fare assembrare la gente. Difficile, ma ce la puoi fare». Giovetti si appella comunque al governatore regionale Bonaccini per far riaprire le discoteche al chiuso: «Speriamo si ricordi anche di chi si è comportato bene, a parte la situazione romagnola, Rimini e Riccione in particolare, non credo ci siano stati altri casi di mancato rispetto delle normative».