Domenica 20 Settembre19:25:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Cattolica suona la sveglia: parte la campagna via manifesti per sensibilizzare contro le mafie

L'iniziativa lanciata dall'associazione Libera ha già trovato l'appoggio di alcune sigle sindacali

Attualità Cattolica | 15:25 - 10 Agosto 2020 Un convegno sulla criminalità organizzata in Riviera Un convegno sulla criminalità organizzata in Riviera.

A poche settimane dagli arresti dell'operazione Darknet, l'associazione Libera lancia la un'importante campagna per sensibilizzare la città di Cattolica sul tema delle infiltrazioni mafiose e della criminalità organizzata. Nel pieno della stagione turistica, quando tradizionalmente «certi argomenti vanno taciuti e vanno evitati», Libera vuole rompere il silenzio per il bene dei cattolichini e del tessuto economico della Riviera.

Si intitola #CattolicaSveglia! e partirà martedì 11 agosto, quando saranno affissi alcuni manifesti realizzati dal Lorenzo Anzini, in arte Loreprod, visibili per dieci giorni in giro per la città. Si tratta di frasi che fanno parte del senso comune che dimostrano inconsapevolezza o che tentano di nascondere una presenza che ormai non è più trascurabile. #Cattolicasveglia! è un richiamo alla responsabilità individuale e collettiva, è un invito a prendere posizione per i cittadini, le associazioni di categoria, le istituzioni, insomma alla partecipazione attiva sul territorio.

La costituzione di nuovi tavoli della Legalità è solo una delle otto proposte del manfesto per la Legalità sottoscritto da Libera Emilia-Romagna unitariamente ai comitati regionali di Cgil, Cisl, Uil e Avviso Pubblico per il contrasto delle mafie dopo la crisi dovuta all'emergenza sanitaria. Proprio le sigle sindacali hanno prodotto di recente tre documenti settoriali che vivranno nel dibattito pubblico, condividendo una serie di proposte per contrastare i fenomeni criminali presenti in Romagna e che ne minano l’economia, le prospettive di sviluppo, la tenuta sociale.

Sono diverse le proposte sul tavolo:

  • costituzione in tutte le province i Tavoli di legalità
  • Escludere da ogni beneficio economico anti Covid le imprese oggetto di procedimenti penali per reati gravi o colpite da interdittiva
  • Protocolli con le Prefetture per attivare controlli serrati nel settore turistico e per garantire legalità nel lavoro, con attenzione soprattutto all'Hub portuale di Ravenna
  • Apertura di sportelli antiusura e di aiuto alle vittime
  • Protocolli di legalità nel lavoro
  • Implementare la “rete del lavoro agricolo di qualità”
  • Accelerare la destinazione a fini sociali dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata