Venerdý 18 Settembre12:12:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Novafeltria Calcio: torna Marcello Teodorani come preparatore dei portieri

Il neo tecnico: "L'ambiente mi piace, la società ha grande voglia di fare"

Sport Novafeltria | 18:14 - 08 Agosto 2020 Marcello Teodorani al momento della firma per il Novafeltria Marcello Teodorani al momento della firma per il Novafeltria.

di Riccardo Giannini

Un'indispensabile ristrutturazione della rosa, ma anche un restyling dei quadri tecnici. E' intensa l'estate per i dirigenti del Novafeltria, al lavoro incessantemente per affrontare al meglio il prossimo campionato di Promozione e la ripartenza dell'attività del settore giovanile. Oggi (sabato 8 agosto) è arrivata la firma del nuovo preparatore dei portieri: Marcello Teodorani. Un gradito ritorno per lui, visto che nel biennio 2006-08 aveva allenato i portieri del Novafeltria sotto la presidenza di Michele Sabba, l'attuale ds. Sotto la sua cura, il portiere sammarinese Federico Valentini fece notevoli miglioramenti, guadagnandosi la maglia della nazionale.

Teodorani, che al 31 dicembre esaurirà l'incarico con la federazione sammarinese, negli ultimi anni in Italia ha allenato i portieri di Rimini, Santarcangelo (agli ordini dell'allenatore Galloppa) e Sammaurese. Ha scelto quindi di ripartire dalla Promozione, convinto dal progetto: «Mi ha telefonato Michele Sabba, mi ha spiegato che idee avevano. Abbiamo avuto un primo incontro, poi abbiamo approfondito i discorsi. L'ambiente mi piace, lo conosco bene. Mi danno la possibilità di curare l'attività dei portieri del settore giovanile in un certo modo, ed è la cosa che mi stuzzica di più», spiega soddisfatto Teodorani, che ha parole di stima verso la nuova società gialloblu: «Brave persone che hanno grande voglia di fare. In un momento come questo, ti guardi intorno, vedi tante nuvole. Non così a Novafeltria. C'è grande volontà di fare bene». In prima squadra dovrà affinare le doti del giovane portiere Hysa, classe '99, ex Sammaurese e Torconca: «In Promozione deve dare un contributo importante, viste le sue doti deve essere un punto di forza e un valore aggiunto».