Sabato 19 Settembre07:43:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Verucchio: 50.000 euro dal comune per i cittadini per pagare le bollette

Ecco i requisiti per fare domanda e le procedure necessarie per ottenere sconti fino al 50%

Attualità Verucchio | 14:16 - 06 Agosto 2020 Municipio di Verucchio Municipio di Verucchio.

E’ disponibile da oggi, giovedì 6 agosto, il bando per ulteriori riduzioni Tari sulle utenze domestiche rese possibili dalla costituzione di un fondo ad hoc da 50.000 euro all’interno di quello complessivo da 200.000 euro attraverso cui far fronte alle ricadute economiche della pandemia da Coronavirus.

I modelli per inoltrare domanda sono scaricabili sul sito e gli aventi diritto hanno tempo fino a sabato 31 ottobre per consegnare i documenti all’ufficio protocollo o inviarli via mail a pec@pec.comune.rn.it. Ufficio protocollo a Verucchio aperto il lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12.30  (il martedì anche dalle 14 alle 16 mentre è chiuso il mercoledì) e a Villa Verucchio disponibile il lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle 9 alle 12.30. Alle domande vanno allegati la fotocopia di un documento di identità, l’attestazione Isee 2020 e, nei casi delle categorie colpite dagli effetti del Covid-19,  la lettera di licenziamento per crisi aziendale o giusta causa, il contratto di lavoro a termine o la documentazione che accerti lo stato di cassa integrazione per un periodo pari o superiore ai due mesi.

GLI AVENTI DIRITTO

Mentre per le utenze non domestiche gli sconti saranno applicati automaticamente in bolletta, per le utenze domestiche, ferme restando tutte le esenzioni già presenti, si è stabilito di concedere ulteriori riduzioni in base al reddito Isee e alla presenza di minori a carico. Alle famiglie con un reddito Isee fra gli 8.265 e i 9.500 euro verrà applicata una riduzione fino a un massimo del 50% in presenza di minori e del 20% se non ve ne siano. Per i nuclei con un reddito Isee fra i 9.500 e gli 11.000 euro lo sconto sarà invece fino a un massimo del 20% in presenza di minori e fino a un massimo del 10% quando non ve ne siano. A quelli familiari monoreddito con Isee fino a 15.000 euro in cui sia presente almeno una categoria di lavoratori colpiti dalla pandemia da Covid-19 (ad esempio i disoccupati o le persone in cassa integrazione) sarà infine riconosciuto uno sconto fino a un massimo del 50%.

Presentando l’intervento più significativo e corposo messo in piedi come amministrazione per sostenere la comunità colpita dall’emergenza Covid avevamo annunciato un bando ad hoc e nel giro di una settimana siamo riusciti a predisporre il percorso per arrivare ad aiutare concretamente anche le famiglie, visto che per le utenze non domestiche lo sconto è in automatico. Mettiamo in piedi un’azione doppiamente importante visto quanto il lockdown ha inciso dal punto di vista economico, l’ennesima con cui cerchiamo di andare a sostenere l’intera popolazione” commenta il sindaco Stefania Sabba, evidenziando nuovamente come “la misura sia stata inserita in un emendamento  figlio di una condivisione trasversale in conferenza dei capigruppo”.