Sabato 19 Settembre20:54:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: cresce numero parcheggi della stazione, da 158 a 309

Il Metropark è destinato a implementarsi con altri cento posti

Attualità Rimini | 13:35 - 06 Agosto 2020 L'area Metropark L'area Metropark.

Crescono i servizi per cittadini e turisti nella stazione ferroviaria di Rimini, che si configura sempre più come vero e proprio hub di mobilità integrata e sostenibile.
Passano da 158 a 309 i posti auto all’interno del parcheggio Metropark, società controllata da FS Sistemi Urbani, dopo i lavori realizzati da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) in un’area ferroviaria strategica per la sua vicinanza al centro della città, al lungomare e al capolinea del Metromare, nonché per la presenza della Velostazione. Previsto un ulteriore step di ampliamento per una disponibilità finale di circa 490 posti auto. Già 850.000 gli euro investiti nel Metropark. 

Le novità sono state illustrate questa mattina (giovedì 6 agosto) a Rimini da Vincenzo Cefaliello, direttore Produzione Bologna di RFI, Flavio Zampognaro, Responsabile Gestione Operativa e Innovazione di Metropark, e Jamil Sadegholvaad, assessore del Comune di Rimini.

Fra le principali caratteristiche del parcheggio, con ingresso da Largo Martiri d’Ungheria: controllo automatizzato e videosorvegliato degli accessi e dell’intera area, assistenza ai clienti in tempo reale, collegamento pedonale diretto con la stazione, stalli di sosta riservati alle auto di persone a ridotta mobilità, colonnine di ricarica dei mezzi elettrici e alberature per la mitigazione del calore. Lettore QR code, sistema di rilevamento targhe e Telepass sono le dotazioni tecnologiche previste per assicurare un utilizzo del parcheggio fluido e agevole, nonché in vista dello sviluppo di ulteriori servizi integrati, in linea con i più moderni standard di infrastrutture di sosta.

Il servizio è disponibile H24 (con assistenza da remoto) e offre un nuovo piano tariffario per incentivare l’integrazione con gli altri servizi di mobilità sostenibile.

Alla sosta breve, al costo di 1.20 euro all’ora - come la sosta sulle strisce blu - e con un massimo giornaliero di 7 euro, si aggiunge l’abbonamento mensile del costo di 60 euro. Ai possessori di abbonamento ferroviario che acquisteranno l’abbonamento annuale al parcheggio è riservata una speciale tariffa ridotta pari a 25 euro al mese.
Prevista anche la funzione di kiss&ride, con i primi 15 minuti di sosta gratuita per chi accompagna o accoglie i viaggiatori in partenza e in arrivo.

Per verificare la disponibilità di posti è disponibile l’app Metropark,  mentre con app Nugo è possibile anche prenotare e pagare la sosta. Inoltre, fino al 30 settembre, per chi sosta almeno 2 ore e prenota con app Nugo, la prima ora è gratuita (online tutti i dettagli della promozione).

Possibile anche prenotare e acquistare il posto auto insieme al biglietto di viaggio in treno direttamente dal sito dell’impresa di trasporto www.trenitalia.com.

L’ampliamento del parcheggio Metropark alla stazione di Rimini è un tassello importante nel progetto di riqualificazione dell’area, mirato a completare l’offerta del servizio e a potenziare il ruolo di hub intermodale della stazione, garantendo elevati standard di qualità urbana e l’uso di materiali green. Sarà quindi più facile accedere ai servizi di trasporto pubblico su ferro e gomma e alle mete più apprezzate, limitando così l’uso dell’auto al tragitto necessario per raggiungere sistemi di mobilità più efficienti e meno inquinanti, a tutto vantaggio di cittadini, viaggiatori, pendolari e visitatori.

La realizzazione dell’ampliamento del parcheggio della stazione di Rimini e si inserisce fra gli obiettivi del Gruppo FS Italiane per il miglioramento dell’accessibilità delle stazioni ferroviarie, anche attraverso infrastrutture e servizi per il potenziamento dello scambio modale.

L’intervento, in coerenza con le attuali politiche di mobilità urbana sostenibile, contribuisce al trasferimento di quote di traffico dall’auto privata al trasporto collettivo e allo sviluppo di nuove forme di spostamento, tra cui quella condivisa ed elettrica.