Giovedė 24 Settembre22:54:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un mese e mezzo di attività poliziesca: 6240 identificati e 33 arresti, di cui la metà tra boy gang

Bilancio dell’Operazione Alto Impatto: la droga più sequestrata è la marijuana, segue l'hashish

Cronaca Rimini | 14:14 - 04 Agosto 2020 Poliziotti con le Nibbio durante alcuni controlli a parco Murri di Bellariva Poliziotti con le Nibbio durante alcuni controlli a parco Murri di Bellariva.

Grandi numeri per il primo bilancio dell'operazione "Alto impatto per la riviera riminese" voluto da questore Francesco De Cicco che la polizia di Stato di Rimini sta conducendo in città per garantire sicurezza e prevenire reati e illeciti. Nel giro di un mese e mezzo sono state identificate 6240 persone, 92 segnalate all'autorità giudiziaria in stato di libertà e 33 persone tratte in arresto. Tra le persone arrestate e segnalate ben 15 sono quelle che i poliziotti hanno bloccato nell’ambito dei servizi di prevenzione dei fenomeni criminosi legati alle bande giovanili che più volte hanno colpito turisti a Rimini e a Riccione. Di queste 4 sono state trovate in possesso di coltelli.

Per quanto riguarda l’attività contro il traffico di droga sono stati sequestrati 235 grammi di droga, nella fattispecie 105 di marijuana, 70 di hashish, 20 di cocaina, 18 ecstasy, 13 di anfetamine e 9 di eroina. Quattro gli spacciatori arrestati.

Due i borseggiatori arrestati grazie al ricorso delle motociclette "nibbio", più uno spacciatore di eroina trovato nei pressi del fiume Marecchia.

A seguito dei controlli della divisione anticrimine sono stati emessi 17 fogli di via e  2 avvisi orali nei confronti di persone ritenute pericolose per la sicurezza pubblica.

Impegnati nell'operazione i poliziotti della Questura e dei posti stagionali di polizia di Riccione e Bellaria-Igea Marina supportati dagli equipaggi del reparto prevenzione crimine provenienti varie parti d’Italia, specializzati nel controllo del territorio, e unità cinofile, sono stati sottoposti a uno straordinario impegno, sia per garantire la sicurezza di cittadini e turisti che per far rispettare le misure di contenimento e anti-contagio da Covid-19.