Mercoledý 30 Settembre00:18:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dipendente positivo al coronavirus, chiude per due settimane il Ghettoquarantasea di Rimini

L'altro locale di Paolo Gabriele è immune: "Decisione sofferta, mi isolo per proteggere la famiglia"

Attualità Rimini | 16:58 - 31 Luglio 2020 La commozione del titolare del Ghettoquarantasea Paolo "Paolone" Gabriele La commozione del titolare del Ghettoquarantasea Paolo "Paolone" Gabriele.

«Nessuno è immune»: termina con questa constatazione il video con cui Paolo "Paolone" Gabriele annuncia la chiusura temporanea e precauzionale del Ghettoquarantasea dopo che un dipendente è stato trovato positivo al coronavirus a seguito di alcuni sintomi febbrili, dunque prontamente testato.

I lavoratori entrati in contatto stretto con lui, tutti asintomatici, sono stati messi in isolamento fiduciario per 14 giorni e sottoposti a un primo tampone, che sarà seguito da un altro test a fine clausura per certificare che il virus è passato, o che non c'è mai stato. Nel gruppo anche lo stesso titolare.

Una decisione sofferta, al punto che nell'annuncio affidato alla pagina Facebook del locale sul lungomare di Rimini arriva il momento della commozione. Il locale riaprirà domenica 16 agosto. Nessun problema invece per il Ghettoquarantasei di Verucchio: il locale è immune e pertanto non subirà variazioni negli orari di apertura, attenendosi scrupolosamente alle disposizioni vigenti.