Sabato 08 Agosto08:47:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sveste i panni istituzionali, indossa quelli di busker: il segretario Dem Sacchetti in Germania fonda il duo ‘Quarantenas’

Il segretario provinciale del PD e assessore a Santarcangelo suona per l’addio al nubilato e con un senzatetto

Attualità Rimini | 08:39 - 01 Agosto 2020 Filippo Sacchetti e Enrico magnani in Germania Filippo Sacchetti e Enrico magnani in Germania.

Di Maria Assunta (Mary) Cianciaruso

Chitarra in spalla e un repertorio che va dal folk al rock, sveste il suo ruolo istituzionale e si imbatte in una avventura che ha dell’incredibile, soprattutto in questo periodo. Protagonista di un tour musicale per le strade della Germania è Filippo Sacchetti, assessore del Comune di Santarcangelo e segretario provinciale del Pd. Sacchetti è partito da Santarcangelo assieme al suo amico d’infanzia Enrico Magnani, con cui da sempre condivide la passione per la musica, per calcare  le piazze teutoniche stile buskers ed esibirsi con il loro repertorio. Il nome del duo? I Quarantenas, ça va sans dire.

Una cosa apparentemente folle, “non lo avevo mai fatto – spiega Sacchetti- ho sempre suonato in locali, alle feste tra amici, pian piano, tra il lavoro e gli impegni, ha allentato. Durante il lockdown ho avuto modo di ritornare a ‘strimpellare’ e poi anche di tornare a suonare insieme tra amici. Poi con Enrico abbiamo pensato: chissà se anche in giro per l’Europa c’è questa voglia di ritornare nelle piazze, cantare, se c’è voglia di momenti di aggregazione. Allora abbiamo preso la palla al balzo e siamo partiti.”

UNA PARTENZA SENZA CERTEZZE
Completamente ‘digiuni’ dell’esperienza live nelle piazze, i due improvvisati buskers si sono fatti consigliare da Paolo Sgallini, in arte “Sgallo”, artista di strada che tutti i riminesi almeno una volta avranno visto esibirsi in piazza Tre Martiri. Da lì è nata una scaletta e un tour, fatto di quattro tappe nella regione tedesca di Baden-Württemberg, con capitale Stoccarda. “Non sapevamo come funzionava lì per le esibizioni all’aperto, non le avevamo mai fatte, ma devo dire che è stato davvero bello, abbiamo incontrato tante persone, abbiamo ascoltato tante storie e ci siamo confrontati con altre culture”, cosa che evidentemente, causa emergenza Covid, è mancata a tutti.

RICONNETTERSI NELLA PIAZZA GLOBALE DELL’EUROPA NEL CONFRONTO
“L’idea che fosse possibile riconnetterci in una piazza più globale, quella europea ci ha stimolati. Siamo cittadini europei, oltre che italiani, volevamo affrontare questa ‘chiusura’ e aprirci a questa esperienza. Abbiamo incontrato tedeschi, inglesi, polacchi. C’è stato anche molto confronto su come si è vissuta l’emergenza sanitaria. E’ stato un modo per unire in una piazza, una comunità”.

DALL’ADDIO AL NUBILATO AL CLOCHARD: GLI INCONTRI
Tanti gli incontri con le persone, tanti si sono esibiti insieme ai “Quarantenas” e  hanno raccontato anche le loro esperienze. Sacchetti ricorda la ragazza italiana che vive e lavora in Germania, ma che sente il distacco con molta nostalgia dall’Italia, “un momento toccante ascoltare la sofferenza per la distanza”. Non è mancata la ‘serenata’ al futuro marito di una ragazza  durante il suo addio al nubilato: “Abbiamo suonato una canzone per il futuro consorte e lei gliel’ha dedicata cantando con noi”.
E tante sorprese, come quella volta che “un senzatetto, che dormiva accanto ad una chiesa, ha sentito suonare, si è alzato, ci ha raggiunti e ci ha chiesto la chitarra, avevamo qualche remora, ma dopo le sue insistenze gliel’ho data: un fenomeno! Ha suonato un pezzo di Jimi Hendrix che ci ha spiazzati”.

UN’ESPERINZA DA RIPETERE
Sacchetti e Magnani sono rimasti entusiasti e sono fortemente stimolati a ripetere l’esperienza in altre mete. “Bisognerà vedere cosa succederà nel prossimo futuro, aspettiamo settembre e valutiamo. Noi abbiamo scelto questo periodo perché ci pareva effettivamente il più tranquillo. Sicuri anche della meta, la Germania ha seguito tutti i protocolli di sicurezza”. Insomma i Quarantenas saranno nuovamente in tour.