Sabato 15 Agosto13:36:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: salvata tartaruga gigante impigliata nelle reti

Salvata dal comandante del motopeschereggio è stata affidata alle cure della fondazione Cetacea

Attualità Cesenatico | 17:55 - 30 Luglio 2020 Il recupero della tartaruga Pilar Il recupero della tartaruga Pilar.

Da venerdì 31 luglio entra in vigore nelle acque da Trieste ad Ancona il fermo pesca, valido fino al 6 settembre per garantire il ripopolamento delle specie ittiche. E proprio giovedì che è stato l'ultimo giorno di pesca a strascico, il motopeschereccio Rimas del comandante Massimo Rossi è stato impegnato in un recupero del tutto inusuale: il salvataggio di un grosso esemplare di caretta caretta adulta di sesso femminile con 75 centimetri di carapace.

Pilar era rimasta impigliata accidentalmente nella rete ma è stata prontamente soccorsa dall’equipaggio che ben conosce le manovre di primo soccorso delle tartarughe marine: Rossi non è nuovo a questi recuperi, essendo l’alto Adriatico popolato da un gran numero di tartarughe marine di questa specie.

Al rientro del peschereccio in porto, ad attendere l’arrivo del Rimas e di Pilar lo staff della fondazione Cetacea di Riccione, prontamente allertata dal comandante. La tartaruga è stata immediatamente ricoverata al centro di recupero, cura e riabilitazione di Riccione con i sintomi di un principio di annegamento, dove è stata visitata dai medici veterinari Nicola Ridolfi e Giulia Bondesan.