Mercoledý 05 Agosto15:14:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lunghe liste d'attesa per oculistica, dermatologia, pneumologia, ginecologia e cardiologia

Ma Ausl Romagna fa sapere che è alla ricerca di soluzioni alternative per tornare alla normalità

Attualità Rimini | 18:07 - 29 Luglio 2020 Il colosseo rosso dell'Ausl Romagna a Rimini Il colosseo rosso dell'Ausl Romagna a Rimini.

Liste di attesa per le visite specialistiche ambulatoriali e gli esami diagnostici, ma la direzione aziendale dell’Ausl Romagna fa sapere che sta valutando ogni alternativa per rispondere nella maniera più adeguata alle esigenze dell’utenza.

La priorità dell'azienda è completare il ricollocamento delle prestazioni non erogate durante il periodo del lockdown, con l'obiettivo subito dopo di garantire la fruizione delle nuove prenotazioni nei tempi standard. Obiettivo molto difficoltoso in particolare per alcune specialità, e principalmente per le branche di oculistica, dermatologia, pneumologia, ginecologia, cardiologia. L’impegno è massimo anche per le prestazioni classificabili non urgenti, e si declina nelle seguenti azioni.

L’azienda sta cercando di massimizzare la propria capacità di fornire visite ed esami, sia con accorgimenti logistico-organizzativi (l’utilizzo di più ambulatori in parallelo in modo da non tenere i medici “fermi” durante le operazioni di sanificazione e la revisione degli orari di erogazione) sia proseguendo il reclutamento di professionisti: reclutamento straordinario di personale medico specializzato o in formazione specialistica, di specialisti convenzionati interni, prestazioni aggiuntive dal personale dipendente. Si sta inoltre esplorando la disponibilità delle strutture sanitarie private accreditate. Qualora non si arrivasse a risultati soddisfacenti, saranno attivate nuove collaborazioni con strutture private non accreditate, quantomeno fino al momento in cui permanga lo stato di necessità conseguente a Covid.
 
Tutte le modalità di prenotazione dell’Ausl Romagna sono consultabili sul sito aziendale