Marted́ 04 Agosto08:15:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Offre cocaina a due agenti fuori servizio: arrestato 21enne per spaccio, lesioni e resistenza

Si tratta di un nigeriano irregolare: condannato a 9 mesi sospesi

Cronaca Rimini | 15:30 - 29 Luglio 2020 La sede della questura di Rimini La sede della questura di Rimini.

Ha offerto droga a due giovani non pensando che potessero trattarsi di agenti della polizia di Stato fuori servizio. Complici i poliziotti stessi che di fronte alla ghiotta occasione di cogliere uno spacciatore in flagrante hanno ben pensato di assecondarlo fino alla trattativa in spiaggia, finendo per qualificarsi e arrestando un giovane spacciatore straniero.

È successo martedì sera alle 23.10 sul lungomare di Rimini, dove i due operatori stavano passeggiando liberamente quando sono stati raggiunti dal 21enne nigeriano che cercava consumatori di cocaina. Invitati a seguirlo sulla spiaggia hanno appurato che il giovane era in possesso di tre cellophane termosaldati che proponeva per un valore di 50 euro. A quel punto però si sono qualificati, causando la tentata fuga del giovane.

Prontamente bloccato, i due agenti sono stati colpiti da calci e pugni, uno anche allo zigomo che gli ha causato una lesione guaribile in tre giorni. Raggiunti da un gruppo di colleghi a bordo di una volante sono riusciti ad arrestare il nigeriano, peraltro già perseguito per spaccio oltre che irregolare sul territorio italiano. per spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni personali. Sottoposto a rito direttissimo nella mattinata odierna è stato condannato alla pena di 9 mesi di reclusione con contestuale sospensione della pena.