Sabato 08 Agosto08:41:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ondata di caldo sul riminese, picchi fino a 36 gradi e afa in crescendo sulla costa

Tra il 4 e il 5 agosto però potrebbe arrivare una perturbazione

Attualità Rimini | 16:48 - 28 Luglio 2020 Spiaggia Pepita Bellaria Spiaggia Pepita Bellaria.

Dopo l'instabilità di Venerdì scorso, sembra ci sia spazio per sole e caldo per diversi giorni. Ne abbiamo parlato con Federico Antonioli di Centro Meteo Emilia Romagna in questa intervista.

Federico, prima vera e propria ondata di caldo di quest'estate 2020? Che temperature raggiungeremo nel Riminese?

Direi di sì, questa è la prima occasione in cui l'estate "farà sul serio", con temperature che già da Domenica 26 Luglio sono risultate in aumento su valori superiori alla media del periodo. 
Per quanto riguarda il Riminese avremo valori massimi che sulle aree pianeggianti e collinari potranno spingersi fin sui +35/36°C mentre sul settore costiero rimarranno più contenute, non oltre i +32/33°C probabilmente, anche se l'azione della brezza da un lato mantiene più basse le temperature ma dall'altro favorisce tassi di umidità più alti per cui sarà maggiore la sensazione dell'afa, specie da Mercoledì 29/Giovedì 30 Luglio.

Un mese di Luglio che ha visto, similmente a Giugno, occasioni per dell'instabilità, quali sono i dati per Rimini?

Mancano ancora due giorni, ma possiamo già fare un'analisi preliminare: dal punto di vista delle precipitazioni registriamo valori prossimi alla media 1991-2019, così come per le temperature. Questi ultimi giorni di caldo potranno favorire un leggero "ritocco" verso l'alto per un mese che quindi si chiuderà con temperature in media o lievemente superiori e precipitazioni attorno alla media.

Confermi quindi tanto sole anche per il fine settimana?

Sì, soprattutto per quanto riguarda la costa. Tra Sabato e Domenica qualche nube in più nel corso del pomeriggio sui rilievi appenninici, con qualche breve rovescio in area montana. Su pianure e costa invece spazio a cieli sereni o poco nuvolosi. 

Quanto durerà questa situazione?

Almeno fino all'inizio della prossima settimana, benché i primi segni di indebolimento della figura d'alta pressione li noteremo appunto già con maggiore nuvolosità pomeridiana sui rilievi a partire da Domenica. 
Poi bisognerà valutare gli effetti di un'onda depressionaria in transito proprio sui primi giorni della settimana ventura, che potrà dar luogo a maggior variabilità tra Martedì 4 e Mercoledì 5, comunque ci aggiorniamo prossimamente. Non dimenticatevi di seguire sempre gli approfondimenti anche su www.centrometeoemiliaromagna.com