Martedý 11 Agosto21:02:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

San Clemente, arriva la "vela illuminata" con il film "La donna elettrica"

Appuntamento mercoledì 29 luglio in piazza Mazzini il film di Benedikt Erlingsson

Eventi San Clemente | 11:56 - 28 Luglio 2020 Un fotogramma del film "La donna elettrica" Un fotogramma del film "La donna elettrica".

La Vela Illuminata, la rassegna itinerante cinematografica organizzata da Notorius Rimini Cineclub ritorna nell’estate 2020 in diverse piazze della Provincia di Rimini, con un ricco programma di proiezioni all’aperto ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili (inizio alle ore 21.15), aperte ogni sera da un cortometraggio d’animazione selezionato dal Festival Cartoon Club di Rimini. In caso di maltempo le proiezioni si tengono al coperto laddove è possibile. Saranno osservati tutti i protocolli sanitari richiesti, con il distanziamento delle sedute (1 metro tra uno spettatore e l’altro), presenza di flaconi di gel disinfettante all’entrata dell’area predisposta per la proiezione ed obbligo di mascherina per accedere all’area di proiezione (una volta al posto la mascherina va rimossa per seguire la proiezione in tutta tranquillità).

La tappa della rassegna di mercoledì 29 luglio è a San Clemente (piazza Mazzini) con il film La donna elettrica di Benedikt Erlingsson con Halldóra Geirharðsdóttir e Jóhann Sigurðarson.

Nelle terre islandesi, una donna lotta contro il capitalismo. Halla è una semplice direttrice di un coro di paese che nel tempo libero si occupa di sabotare, con arco e frecce, i fili elettrici dell’enorme fabbrica di alluminio appartenente alla Corporation che, a suo parere, sta distruggendo la nazione. Una donna libera (ma ricercata), in guerra contro i potenti, contro lo Stato, contro l’evoluzione cieca e cinica. Un atto di resistenza ambientalista, il suo, che diventa una bomba mediatica, con tanto di manifesto, lanciato dai tetti della città, firmato “la donna elettrica”. Un film originale e curioso, appassionante e divertente che ha raccolto ampi consensi di pubblico, senza ricorrere a celebri divi e ai meccanismi “industriali” cinematografici, ma giocando le carte di una narrazione convincente, interpreti adeguati, scenografie naturali irresistibili ed un colonna sonora accattivante come poche.